salvini-contro-lucarelli:-«sfrutta-il-figlio-per-politica».-il-15enne:-«se-lui-parla-su-tiktok-io-gli-parlo-in-strada»

«Se la mamma ritiene di sfruttare un bambino di 15 anni, per una battaglia politica, io non commento». Il leader della Lega Matteo Salvini punta il dito contro Selvaggia Lucarelli colpevole, a sua avviso, di avere «buttato in pasto ai giornali suo figlio». Il figlio 15enne della giornalista aveva contestato Salvini domenica scorsa definendolo «omofobo e razzista» durante il suo comizio al Portello di Milano.

«Repressione? Chiedete a Lamorgese»

«Non commento le scelte degli altri genitori» ha aggiunto Salvini nel corso di una conferenza stampa a Milano: «Mio figlio è geloso della sua privacy e sono contento così, per me l’episodio non esisteva neanche, lo ha montato la signora, a cui mando un bacione». Dopo la contestazione il giovane è stato anche identificato dalla polizia. Proprio l’intervento degli agenti ha sollevato numerose polemiche e Salvini replica: «Chiedete al ministro dell’Interno. Non so se è in atto una vile repressione della libertà di pensiero e di parola da parte dell’attuale ministro dell’Interno. Chiedete a lei. Visto che non può più essere colpa sempre di Salvini, fortunatamente. Io non avevo riconosciuto né lui, né lei. Non mi avevano proprio sfiorato».

La replica del 15enne

Già domenica la giornalista, presente anche lei al comizio del leader della Lega, aveva commentato l’accaduto: «Penso che Salvini sia un razzista e un omofobo, ma io non avevo idea di cosa mio figlio avrebbe detto a Salvini, pur condividendolo». Sull’argomento è tornato anche lo stesso figlio 15enne di Selvaggia Lucarelli. Con un tweet ha ringraziato le persone che lo stanno supportando e difendendo aggiungendo: «Ho detto quello che pensavo credo e non cerco visibilità, ma se Salvini parla agli adolescenti stando su tiktok io posso parlare a lui in strada, penso. Ciao!».

6 luglio 2020 (modifica il 6 luglio 2020 | 17:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *