olimpia-milano-reggio-emilia-87-71:-decisivi-leday-e-datome,-sono-11-vittorie-di-fila

Milano impone la legge dei muscoli nell’esordio stagionale in serie A. Alla Unipol Arena la formazione di Ettore Messina regola alla distanza una combattiva Reggio Emilia e vince 87-71 , grazie al netto predominio nelle aree colorate (42-30 a rimbalzo). Pur senza l’MVP della Supercoppa Malcolm Delaney (in tribuna per turnover) e con Punter costretto ai box nel terzo quarto per un problema muscolare (in dubbio per l’esordio in Eurolega di venerdì sul campo del Bayern Monaco), la profondità chilometrica della panchina Olimpia fa la differenza dopo 25 minuti di sostanziale equilibrio.

Nel primo tempo la zona dell’Unahotels toglie ritmo alla manovra di Milano, che si affida al grimaldello Datome (tutti nel primo tempo i suoi 14 punti) per guadagnare un piccolo margine a metà gara (40-44 al 20’). Poi l’Ax Exchange cala la saracinesca, e trova canali per attivare il gioco interno di Leday (top scorer con 17 punti e 11/11 ai liberi) ed Hines (12 con 5/8 da 2), mentre Shields (14) nasconde l’assenza dell’infortunato Micov con una prestazione sostanziosa sui due lati del campo.

La squadra di Messina prende progressivamente il largo (53-64 al 30’) volando fino al massimo vantaggio sul 62-82 del 35’. Alla fine sono Leday e Shields, due dei tre stranieri che nella finale di Supercoppa di domenica scorsa erano rimasti in tribuna per scelta tecnica, gli uomini chiave del primo successo stagionale in campionato dell’Olimpia, che allunga a quota 11 la striscia aperta di vittorie consecutive tra Supercoppa e il torneo di Kaunas.

27 settembre 2020 (modifica il 27 settembre 2020 | 19:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *