livorno-–-caldo-eccezionale,-donati-4-congelatori-alla-casa-circondariale-le-sughere

LIVORNO – Caldo eccezionale, donati 4 congelatori alla Casa Circondariale Le Sughere

Questa mattina il Garante dei Detenuti del Comune di Livorno Marco Solimano ha consegnato quattro pozzetti congelatori ai detenuti della sezione media sicurezza alla Casa Circondariale di Livorno. Un gesto di conforto in questa situazione di caldo eccezionale, per evitare che generi alimentari provenienti da colloqui o da acquisti aggiuntivi al vitto debbano essere buttati via .
Questa la nota del Garante.
” La Casa Circondariale di Livorno sta senza dubbio attraversando una contingenza difficile e delicata. Sono molteplici le cause che stanno pesantemente minando il delicato equilibrio che faticosamente si cerca di raggiungere in un luogo   contraddittorio e complesso come l’istituzione totale carcere.
La mancanza di una direzione stabile, infatti dopo il pensionamento del direttore Mazzerbo non è stato ancora assegnato un nuovo direttore, ma si va avanti a reggenze…
La mancanza al momento anche del commissario comandante, la cronica penuria di personale sia dell’area sicurezza che di quella trattamentale ed amministrativa in questi tempi aggravata dal periodo feriale, la consistente presenza  di ospiti particolarmente complessi nella gestione che hanno determinato nelle ultime settimane numerosi eventi critici fino all’aggressione ed alla intimidazione di personale dell’Istituto e sanitario.
Non ultimo la persistenza di questo caldo asfissiante, amplificato dalla promiscuità delle condizioni di vita e dalle strutture in cemento armato che fungono da moltiplicatore di intensità.
Per questo l’Ufficio del Garante e l’Amministrazione Comunale hanno accolto la pressante richiesta proveniente dai detenuti di media sicurezza, i soggetti più particolarmente esposti e più fragili dal punto di vista economico di fornire le sezioni di pozzetti congelatori che possano consentire la conservazione di cibo e generi alimentari provenienti da colloqui o da acquisti aggiuntivi al sopravitto, altrimenti inevitabilmente destinati al macero viste le alte temperature.
Un piccolo conforto in una situazione di caldo eccezionale, un segno di attenzione nei confronti di quanti sono totalmente sprovvisti di forme di difesa nei confronti di questo caldo opprimente, un gesto di vicinanza nei confronti di quanti, seppur detenuti, non perdono certamente appartenenza e cittadinanza al nostro territorio.
Questa mattina i quattro pozzetti congelatori sono stati consegnati alla Casa Circondariale. Due sono stati collocati all’area gialla (ex transito) ed uno ciascuno nelle due sezioni dell’area verde (ex femminile).
Abbiamo raccolto la gratitudine dei detenuti interessati e vogliamo sperare che questo gesto, insieme al grande lavoro che quotidianamente tutte le aree di intervento producono all’interno dell’Istituto, possa quanto prima riconsegnare un clima di vivibilità, serenità e rispetto per tutte le componenti che interagiscono all’interno della comunità penitenziaria, detenuti, personale, sanitari e volontari.”

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.