Cronaca

Vincita al Superenalotto a Sassari: è caccia al fortunato (da 59 milioni di euro)

vincita-al-superenalotto-a-sassari:-e-caccia-al-fortunato-(da-59-milioni-di-euro)

Può essere uno dei tanti che al mattino presto si fermano al bar tabaccheria prima di andare al lavoro, prendono caffè e cornetto, si dirigono un attimo al box per prendere un tagliando da 3 euro del Superenalotto e vanno via, il fortunato che ha centrato il Jackpot da 59 milioni di euro. Il bar è frequentatissimo, passano centinaia di clienti e difficilmente si riuscirà a rintracciare — a meno che non decida lui di venire allo scoperto — l’anonimo che è stato baciato sulla fronte dalla dea bendata e ha portato a casa una delle vincite più alte (esattamente la ventesima) dei concorsi a premi. «E chi lo sa? Lavoro in fretta, non posso ricordare le facce di tutti i clienti che passano; molte persone sono abituali frequentatori, ma tanti altri sono di passaggio, consumano e non li vedo più. Può essere chiunque».

Piera e Giannina Fara gestiscono da più di dieci anni il 2F Caffè; hanno un poco smaltito l’euforia delle prime ore. «Abbiamo avuto altre vincite, molti “Gratta e vinci”, ma mai una cosa del genere. Ieri notte si sono trattenuti molto clienti a brindare fino a tardi. Chissà se c’era anche il vincitore…». Il bar è nel quartiere Luna e Sole, zona alta di Sassari, palazzi, villette, borghesia media, professioni, molti impiegati. Vicino lo stadio di calcio e il palazzetto dello sport. «L’unica cosa che si può ipotizzare è che il vincitore sia un singolo. Difficilmente un gruppo di persone punta così poco e preferisce i sistemi».

I precedenti

Come hanno fatto alla tabaccheria Barmina, sempre a Sassari, i 30 (anche quelli rigorosamente anonimi) che nel 2004 hanno avuto la costanza di insistere per un anno sulla stessa caratura, appunto un sistema, e si sono spartiti 27 milioni, giocando 8 euro e 40 centesimi ciascuno. Un quartiere non nuovo alle vincite super: a poche centinaia di metri dal 2F Caffè c’é il bar tabacchi Firenze, nel 2015 vincita senza nome di 9 milioni e mezzo, giocando soltanto 2 euro. La vincita più al Superenalotto rimane quella di Lodi, 209 milioni, agosto 2019. Per il regolamento il vincitore ha 90 giorni di tempo per presentare il tagliando vincente. «Aspettiamo. Non è ancora detto, forse il vincitore non deciderà di presentarsi — scherza Giannina Fara — ma speriamo che almeno mandi qualcuno che a suo nome offra da bere a tutti…».

8 luglio 2020 (modifica il 8 luglio 2020 | 13:15)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *