viaggio-di-berlusconi-a-mosca?-e-giallo,-ma-la-russia-e-favorevole

Viaggio di Berlusconi a Mosca? È giallo, ma la Russia è favorevole




Roma, 18 nov – Silvio Berlusconi potrebbe svolgere un ruolo di mediazione nel conflitto tra Ucraina e Russia? L’ipotesi stravagante è circolata ieri negli ambienti della stampa mainstream, pur essendo successivamente stata smentita da Forza Italia. La curiosa novità è che la Russia, sull’argomento, si è espressa positivamente in una dichiarazione ufficiale.

Berlusconi mediatore?

Il chiacchiericcio, come si diceva, ha circolato ieri, partendo dal settimanale The Spectator.“Silvio Berlusconi intende provarci prima di Natale“, si legge nel testo, dove si parla di un viaggio a Mosca del leader di Fi per provare a svolgere un ruolo di mediazione, perché il Cavaliere “vuole un accordo di pace, mediato da lui”. Inoltre “crede che solo lui possa persuadere il suo vecchio amico Vladimir Putin ad andare al tavolo negoziale”. Dal partito, però sono arrivate secche smentite: il viaggio non ci sarà. Ma dai portavoce del Cremlino…

La risposta favorevole della Russia

Secondo quanto riporta Adnkronos, la Russia risponde favorevolmente a qualsiasi sforzo per la pace. A dichiararlo è l’ormai “solito” Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, commentando proprio la notizia riguardante il tentativo di mediazione dell’ex premier italiano Silvio Berlusconi. Lo rende noto l’agenzia Ria Novosti. Dove si legge anche quanto segue, sempre proferito da Peskov: “Il Presidente Putin ha ripetutamente affermato che siamo sempre pronti ad accogliere qualsiasi sforzo per il mantenimento della pace e a sostenere tali sforzi”. Poi l’aggiunta polemica riguardante il fatto che dal punto di vista di Mosca, se c’è qualcuno da “attirare” a un tavolo negoziale, quello sarebbe il presidente ucraino Volodymir Zelensky.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.