Vaccino anti-Covid, somministrata la seconda dose a De Luca: il richiamo dopo le polemiche del V-Day

vaccino-anti-covid,-somministrata-la-seconda-dose-a-de-luca:-il-richiamo-dopo-le-polemiche-del-v-day

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha effettuato questa mattina il richiamo del vaccino anti-Covid della Pfizer presso l’ospedale Cotugno di Napoli. Il governatore è stato l’unico politico italiano ad effettuare il vaccino, lo scorso 27 dicembre, giorno del V-day, caso che ha scatenato tantissime polemiche. Il governatore ha poi chiarito nelle settimane successiva, che si era trattato di un gesto dimostrativo.

A seguire il governatore si è recato al Policlinico Federico II, dove questa mattina hanno preso il via le vaccinazioni per gli studenti di Medicina e Chirurgia che svolgono tirocinio nei reparti Covid. Ad essere sottoposti alla vaccinazione saranno 100 ragazzi: tre invece i punti vaccinali allestiti all’interno dell’Azienda ospedaliera dalla Direzione sanitaria che ha curato gli aspetti organizzativi, logistici e strutturali, con medici, staff di supporto ed infermieri, fortemente impegnati nella somministrazione dei vaccini.

Oggi intanto si sono fermate le vaccinazioni alla Mostra d’Oltremare di Napoli, in attesa della nuova spedizione di fiale attesa all’aeroporto di Capodichino. Gli americani di Pfizer effettueranno un taglio di circa il 10% sui 36.000 vaccini attesi in Campania ma, secondo quanto appreso dall’Ansa, non si ha certezza sul numero di dosi che arriveranno perché la spedizione viene fatta direttamente dall’azienda farmaceutica, bypassando la struttura commissariale guidata da Domenico Arcuri.

Per quanto riguarda la fase dei richiami, sia le Asl di Napoli che le altre regionali partiranno con la seconda dose a 21 giorni dall’inizio della somministrazione vera e propria partita il 30 dicembre.

L’articolo Vaccino anti-Covid, somministrata la seconda dose a De Luca: il richiamo dopo le polemiche del V-Day proviene da Il Riformista.