umberto-bossi-ricoverato-a-varese:-gli-antinfiammatori-hanno-provocato-un’ulcera

Umberto Bossi, fondatore della Lega, è in ospedale a Varese, dove è stato portato ieri sera in ambulanza. La notizia è stata anticipata dal Gazzettino Padano. Bossi non sarebbe in gravi condizioni. Il Senatur è ricoverato nel reparto di Gastroenterologia. Fonti del partito assicurano che si tratta di semplici accertamenti alla schiena, per problemi alla colonna vertebrale che ne limitano la deambulazione. Ma circola anche un’altra ipotesi. A causare il ricovero — secondo sempre quanto riporta l’Agi citando fonti qualificate — sarebbe stato un eccesso di antinfiammatori, che ha portato a un’alterazione dei valori epatici e provocato un’ulcera.

Bossi, 78 anni, era stato ricoverato nello stesso ospedale il 14 febbraio 2019 dopo avere accusato un malore nella sua abitazione di Gemonio e portato inizialmente in Rianimazione dove era rimasto per una settimana. Le sue condizioni erano poi migliorate fino alle dimissioni avvenute dopo una ventina di giorni, il 5 marzo successivo.

Subito dalla Lega sono arrivati i primi auguri di guarigione via social. «Umberto sei un leone e sei abituato a lottare con le unghie e con gli artigli, lo farai anche questa volta. Ti aspettiamo presto, riprenditi», twitta il deputato leghista (e segretario della Lega lombarda) Paolo Grimoldi.

4 luglio 2020 (modifica il 4 luglio 2020 | 14:46)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *