politica

Svp decisiva al Senato: «Sì a Conte, ma fateci legiferare sull’abbattimento di orsi e lupi»

svp-decisiva-al-senato:-«si-a-conte,-ma-fateci-legiferare-sull’abbattimento-di-orsi-e-lupi»

La maggioranza, al Senato, è appesa a una manciata di voti: arriva a quota 162, appena 4 in più della soglia di sopravvivenza (158) . Una situazione così delicata da costringere i vertici del M5S a bloccare le espulsioni di altri dissidenti: dall’inizio della legislatura i grillini hanno infatti perso 35 parlamentari, di cui 13 senatori.

I tre senatori Svp ago della bilancia

In un quadro così delicato, tutti (peones o no) possono diventare decisivi. E negli ultimi giorni, a diventare l’ago della bilancia sono i tre senatori autonomisti altoatesini della Südtiroler Volkspartei (Svp): la capogruppo Julia Unterberger, Meinhard Durnwalder e Dieter Steger . Trovandosi in questa posizione di rilevante forza politica, gli autonomisti hanno alzato il prezzo con una lunga serie di richieste per continuare ad assicurare il sostegno al governo. Nella lista per Conte ci sono: «lo sblocco della concessione per l’A22, la norma di attuazione sulla formazione dei medici, la delega sugli orari dei negozi. E soprattutto, come riporta il Corriere dell’Alto Adige, una norma di attuazione che consenta alla Provincia di legiferare in materia di lupi e orsi, tema parecchio sentito dall’«ala agricola» della Stella Alpina.

Lo strappo tra gli autonomisti

«Se riusciremo ad ottenere risultati concreti per il Sudtirolo continueremo ad appoggiare il governo. Altrimenti no», avverte Philipp Achammer, presidente dell’Svp. Ma ci sono ulteriori difficoltà, perché il gruppo al Senato è al momento diviso da una profonda frattura: da un lato Unterberger (che di Conte disse: «È elegante, diverso da altri politici italiani») punta al dialogo, mentre dall’altro il potente Durnwalder tuona: «Da questo momento l’Svp è fuori dalla maggioranza: in Parlamento si deciderà caso per caso».

1 luglio 2020 (modifica il 1 luglio 2020 | 12:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *