sport-–-il-5-settembre-la-44esima-edizione-del-giro-del-valdarno-–-toscana-news

SPORT – Il 5 settembre la 44esima edizione del Giro del Valdarno – Toscana News

Torna la grande classica per la Festa del Perdono di Figline. I 176 partecipanti si sfideranno su un percorso di 170 chilometri. Ad anticipare la gara, domenica 4 settembre, il Piccolo Giro del Valdarno

Lunedì 5 settembre grande appuntamento a Figline per la 44esima edizione del Giro del Valdarno, una grande classica del ciclismo toscano. Saranno 176 gli iscritti che si sfideranno su un tracciato di 170 chilometri che, come da tradizione, si concluderà in piazza Marsilio Ficino.

La gara organizzata dal Gs Nuovo Pedale Figlinese in occasione della festa del Perdono di Figline, è una delle grandi classiche del panorama nazionale per le categorie Élite-Under 23. A inaugurare il programma delle due ruote sarà, domenica 4 settembre, il Piccolo Giro del Valdarno, 14esima edizione della corsa per la categoria allievi organizzata dalla Ciclistica Figlinese.

Il presidente dell’Assemblea legislativa della Toscana ricorda il patrocinio e il contributo economico che il Consiglio regionale ha assicurato alla manifestazione, appuntamento importante nel panorama ciclistico del settore giovanile a livello nazionale, una manifestazione che valorizza i giovani e da sempre aiuta ad emergere i talenti, poi diventati protagonisti, nel ciclismo professionistico italiano e mondiale.

Si tratta di un evento, che ormai si può definire storico, che aiuta a conoscere la bellezza del territorio del Valdarno, volano sportivo, ma anche per il turismo: e già siamo in linea con le presenze dell’edizione del 2019, l’ultima prima della pandemia. Il presidente del Consiglio regionale ha quindi rivolto un ringraziamento pubblico agli organizzatori, per l’impegno tanto più faticoso in un periodo delicato come quello che stiamo vivendo.

Dal delegato allo sport della Città metropolitana di Firenze è arrivato il plauso a un’iniziativa che è prima di tutto una festa che celebra il ritorno alla normalità e a un modo sano di fare sport e di valorizzare il territorio e la convivialità.

Per il 44esimo Giro del Valdarno il ritrovo è fissato a Figline, in piazza Ficino, alle 12 e 45, per il trasferimento verso Incisa dove, alle 13, la gara avrà inizio da piazza Santa Lucia.

Una gara che, storicamente, ha rappresentato un trampolino di lancio per tanti grandi talenti del ciclismo. Basti pensare che nell’albo d’oro si leggono i nomi di Giuseppe Saronni, Francesco Moser, Franco Chioccioli e Michele Bartoli e che tanti protagonisti delle ultime edizioni sono oggi impegnati nelle grandi gare internazionali: da Fausto Masnada a Simone Ravanelli, da Filippo Conca al campione in carica Andrea Piccolo, passato tra i professionisti proprio poche settimane dopo la vittoria dello scorso anno.

Per il Piccolo Giro del Valdarno, gara per la categoria allievi organizzata dalla Ciclistica Figlinese il raduno domenica 4 settembre è previsto in viale Galilei, con la partenza ufficiale, alle ore 15, da via della Resistenza.

Il Valdarno è una terra che ha sempre amato il ciclismo, osserva il consigliere regionale espressione del territorio. Qui si valorizza lo sport sano, che dà spazio ai giovani. Giusto ringraziare le tante persone che si impegnano nella realizzazione di manifestazioni di tale livello e lavorano duramente, per mesi con dedizione e spirito di servizio, cercando le risorse, mettendoci la faccia e caricandosi sulle spalle la responsabilità della riuscita.

La sindaca di Incisa e Figline Valdarno saluta il ritorno dell’arrivo in piazza Marsilio Ficino, culla della storia della città toscana, e occasione di riscoperta del territorio che la corsa ciclistica assicura. Gli organizzatori riescono a mettere insieme un patrimonio di partecipazione dal basso che bisogna continuare a coltivare. Il Nuovo Pedale Figlinese, ha spiegato, merita il ringraziamento per il coinvolgimento della popolazione e delle aziende del territorio attraverso le sponsorizzazioni. Il vicesindaco ha aggiunto che si tratta di lavoro che è frutto di una forte passione e delle capacità dei tanti volontari, senza le quali non sarebbe possibile organizzare una manifestazione di tale livello.

Il presidente del Comitato regionale della federazione ciclistica italiana Saverio Metti, ha ringraziato il Nuovo Pedale Figlinese per il livello raggiunto dalla corsa, e ha ricordato che “il primo e secondo arrivato dell’edizione 2021 sono già passati tra i professionisti. Nella durezza del percorso emergono valori importanti, non è un caso se in questa competizione si sono imposti corridori che in seguito hanno colto i più importanti successi a livello professionistico”.

Il presidente del Nuovo Pedale Figlinese, Sandro Sarri, ha poi illustrato le novità del tracciato della 44esima edizione, a cominciare dal ritorno dell’arrivo in piazza Marsilio Ficino, dove il circuito cittadino passerà nove volte. La partecipazione è di alto livello: ci sono tutte le società ciclistiche toscane e le migliori a livello nazionale. Le domande d’iscrizione sarebbero già 195, ma per i regolamenti federali il limite dei partecipanti è fissato a 176 e per questo ha concluso: “Abbiamo dovuto declinare le richieste di cinque società dalle altre regioni d’Italia”.

Al termine della conferenza stampa Sandro Sarri ha consegnato una medaglia celebrativa della 44esima edizione della gara al presidente del Consiglio regionale, alle autorità intervenute, agli sponsor e ai volontari che permettono ogni anno l’organizzazione della manifestazione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.