simon-yates-positivo-al-covid,-deve-abbandonare-il-giro-d’italia

Era iniziato male (si era staccato sulla prima salita, quella dell’Etna, durante la terza tappa), è finito peggio il Giro d’Italia 2020 di Simon Yates, uno dei grandi favoriti per la vittoria finale. L’inglese della Mitchelton-Scott, vincitore della Vuelta 2019 e della Tirreno-Adriatico 2020, è risultato positivo al Covid in un controllo disposto dalla squadra e ha lasciato la corsa sabato mattina, prima della partenza dell’ottava tappa, la Giovinazzo-Vieste.

«Simon ha sviluppato sintomi molto lievi nelle ore successive alla settima tappa – scrive un portavoce della squadra – e il nostro team medico ha subito richiesto un test rapido che indicava un risultato positivo. Successivamente è stato eseguito un secondo test RT-PCR, che ha confermato il risultato. Yates è stato isolato nella sua stanza singola durante tutta la procedura e sta per essere trasportato in sicurezza da un’ambulanza in un luogo dove la sua quarantena possa ottenere le migliori cure possibili. I suoi sintomi rimangono molto lievi. I restanti corridori e il personale Mitchelton-Scott sono stati sottoposti a un test rapido, ognuno dei quali ha restituito un risultato negativo. Hanno ricevuto l’autorizzazione dalla Rcs Sport per continuare a correre e, per precauzione, saranno sottoposti a ulteriori test nei prossimi giorni». Il protocollo anti-Covid del Giro prevede infatti allontanamento e isolamento dalla squadra dei soli atleti positivi.

10 ottobre 2020 (modifica il 10 ottobre 2020 | 09:48)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *