scontro-all'europarlamento-sull'armenia:-“vale-di-piu-il-gas-azero-o-il-sangue-armeno?”

Scontro all'europarlamento sull'Armenia: “Vale di più il gas azero o il sangue armeno?”




Roma, 5 ott – Prosegue il conflitto tra Armenia e Azerbaigian e, se negli ultimi giorni si è attenuato sul piano bellico, lo stesso continua a scatenare non poche polemiche e attriti sul piano politico. Nelle ultime ore l’eurodeputato francese del Rassemblement National, ex Front National, Jordan Bardella, ha fortemente criticato il vicepresidente della Commissione europea e l’alto rappresentante dell’Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell. Per il deputato francese, il motivo che ha fatto scaturire la polemica è stato l’aver “sacrificato l’amicizia europea con il popolo armeno”. La dura polemica sollevata da Bardella nasce in seguito alla firma dell’accordo energetico dell’UE con l’Azerbaigian, proprio mentre quest’ultimo sta attaccando l’Armenia.

Conta di più il gas azero o il sangue armeno?

“Cosa conta di più per l’UE, il gas azero o il sangue armeno?”. Questa è la domanda accusatoria che Bardella ha sollevato a Borrell durante una discussione al Parlamento europeo, a proposito dell’attacco azero contro l’Armenia. Una frase dura, secca, che non lascia spazio a dubbi e che sembra provenire da altri tempi; epoche in cui il sangue dei popoli valeva ancora più dell’oro di tiranni e mercanti. “La mia domanda è molto chiara e diretta: cosa conta di più per te, il gas azero o il sangue armeno? Penso di conoscere già la risposta perché la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha firmato un accordo per raddoppiare le forniture di gas dall’Azerbaigian, senza mai proteggere con una dichiarazione ufficiale gli armeni, che sono stati attaccati sulla loro stessa terra“, ha detto ancora Bardella.

La nostra civiltà sta bruciando, mentre l’Europa guarda altrove

Il giovane eurodeputato del Rassemblement National ha poi affermato che sono emersi filmati autenticati che mostrano l’esecuzione di prigionieri di guerra armeni da parte delle truppe azere. “Che cosa state aspettando? Cosa aspetti a puntare il dito su questa sporca guerra scatenata da Baku? L’UE è diventata incapace di esprimere posizioni nelle relazioni globali senza le strutture americane? Forse questo è per paura di esporre la Turchia, che è un membro della NATO e sostiene direttamente le aspirazioni dell’Azerbaigian“, ha tuonato ancora Jordan Bardella. Il politico nazionalista francese ha infine sottolineato di non accusare l’UE delle sue azioni volte a ridurre la dipendenza energetica da un’unica fonte. “Vi accusiamo di imprevedibilità e cecità ideologica, e anche di fare tutto questo in fretta e di sacrificare l’amicizia europea con il popolo armeno. La nostra civiltà sta bruciando, mentre l’Europa guarda altrove”. Al termine del duro discorso di Bardella, l’alto rappresentante della Ue, Josep Borrell, presente in aula, si è rifiutato di rispondere.

Andrea Bonazza

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.