Sport

Sabrina Salerno, la Società Sportiva in Spagna dedicata alla star italiana

sabrina-salerno,-la-societa-sportiva-in-spagna-dedicata-alla-star-italiana

Nel calcio a 7, come nel fantacalcio, vale tutto: si può scegliere qualsiasi nome per la propria squadra, diventa una gara di fantasia e di assurdità. In Spagna, l’hanno vinta loro: quelli che hanno fondato la «Società Sportiva Sabrina Salerno». La motivazione l’ha raccontata proprio uno dei fondatori, a Marca: «Siamo cresciuti negli anni Ottanta e crediamo che Sabrina meriti un omaggio, sentito e sincero. Per la sua musica, per la sua bellezza e perché è entrata nelle nostre vite proprio nel momento in cui abbiamo iniziato a dare calci a un pallone. E poi siamo tutti appassionati di calcio italiano, quindi per noi è anche un modo per chiudere il cerchio».

Sponsor tecnico italiano (la Givova), sul logo la scritta «Gloria e Disordine» e un disegno stilizzato della Salerno, che sui social riscuote ancora un successo incredibile, con centinaia di commenti sotto ogni foto. «Per il momento non ci sono ancora tornei in giro — spiegano gli spagnoli —, ma non appena si apriranno le iscrizioni cercheremo quello con il livello più basso. Siamo più preoccupati di trovare un tavolo in un bar dopo la partita che di giocare bene in difesa o in attacco. Ci piace il calcio, ma abbiamo un’età». Infine un desiderio: «Una foto tutti insieme sarebbe meglio di una vittoria sul campo». E sui social è già partita la caccia alla maglietta: «Ma non sappiamo ancora se potremo venderle».

Ovviamente, a Sabrina Salerno è arrivata notizia della creazione di una squadra in suo onore: «Mi è stata mandata dai miei amici spagnoli, ma non sono sorpresa che sia successo lì, in uno dei primi Paesi che mi ha dato popolarità e successo — ha detto la cantante e showgirl all’agenzia AdnKronos —. Trovo sia una cosa insolita e molto carina, non credo che una società di calcio sia mai stata dedicata a una cantante. Hanno usato parole molto gentili e di ammirazione, sia per la musica che per la bellezza. Magari quando inizierà il campionato andrò a seguire la prima partita…».

15 settembre 2020 (modifica il 15 settembre 2020 | 21:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *