Sport

Rugbista muore dopo un placcaggio: allo stadio anche la moglie incinta

rugbista-muore-dopo-un-placcaggio:-allo-stadio-anche-la-moglie-incinta

Prima un placcaggio, poi la tragedia. Questo ciò che è accaduto sabato a Peter Janicot, trentenne giocatore di rugby, che ha perso la vita a Saint-Gaudens (Lot-et-Garonne), vicino a Montauban, davanti agli occhi di 200 spettatori, tra cui anche la moglie incinta. Secondo quanto riportato dalla stampa francese, il decesso è avvenuto nel corso di un match amichevole tra le riserve dello Stade Saint-Gaudinois Luchonnais e quelle del Mielan. Il giocatore si è accasciato a seguito di un placcaggio, «regolare, all’altezza delle gambe». Janicot inizialmente si era rialzato, salvo poi finire a terra in crisi respiratoria, e a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. In corso un’indagine per capire realmente cosa sia accaduto. «Siamo in lutto – ha scritto il club sulla propria pagina Facebook -. Non abbiamo parole, siamo devastati. La nostra tristezza è immensa, il nostro dolore ha preso il sopravvento. Piangiamo la scomparsa di uno dei nostri, Peter».

30 agosto 2020 (modifica il 30 agosto 2020 | 20:02)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *