piccole-imprese?-digitale-su-misura

trasformazione digitale

di Maria Elena Zanini09 lug 2020

Piccole imprese? Digitale su misura

Se c’è un dato positivo che emerge dall’emergenza sanitaria ed economica che l’Italia sta vivendo, è la presa di coscienza che serve un cambio culturale importante. Un cambio culturale in direzione della digitalizzazione. Lo hanno imparato i cittadini, le scuole e le imprese, piccole o grandi che siano. Certamente sulle piccole l’impatto è stato decisamente più forte: il mondo delle pmi italiane, storica colonna vertebrale dell’economia, ha imparato a sue spese che livelli insufficienti di digitalizzazione compromettono la sopravvivenza delle stesse imprese. Le aziende che hanno adottato e investito in servizi digitali per affrontare e per rispondere all’emergenza hanno dimostrato maggiore tenuta di fronte alla crisi e hanno capito che questo nuovo passo si può e si deve estendere anche nel post crisi: riuscire a trasformare i propri modelli di business, grazie alla spinta del digitale, va solo a loro vantaggio. Secondo l’ultimo rapporto Anitec-Assinform, l’accelerazione della trasformazione digitale è stata proprio la principale strategia di risposta alla crisi per oltre il 30% delle medie imprese e circa il 10% delle piccole.

Ma la presa di coscienza non basta. La scarsa «maturità digitale» delle piccole e medie imprese italiane è un forte limite anche nel momento in cui una azienda decidesse di acquisire nuove competenze. Servono punti di riferimento dunque. Come sottolinea l’Osservatorio Innovazione Digitale nelle pmi del Politecnico di Milano «Il digitale nei processi aziendali interni delle pmi, 2019», il percorso di trasformazione digitale è ancora eterogeneo – con variabili rilevanti che dipendono dalla dimensione (in termini di differenziazione tra piccole e medie imprese), dal settore e dal target di riferimento. Uno spaccato che riflette comunque lo stato della (non) arte della società italiana. Secondo l’ultimo Rapporto Desi, l’Italia registra livelli di competenze digitali molto bassi. Soltanto il 42% degli italiani tra i 16 e i 74 anni possiede competenze digitali di base (58% in Ue) e solo il 22% dispone di abilità avanzate (33% in Ue).

In questo contesto, Vodafone Business, proprio per accompagnare le pmi nel percorso di trasformazione digitale in questa fase di ripresa economica, ha lanciato V-Hub, un servizio di consulenza online che offre ai propri clienti guide dettagliate sugli elementi chiave della digitalizzazione aziendale, dalla creazione di siti web al marketing digitale, dal lavoro a distanza alla sicurezza informatica. Il nuovo servizio si inserisce nel solco del progetto Vodafone lanciato due anni fa per accompagnare la trasformazione digitale delle imprese e che, nel 2019, ha visto un nuovo piano di investimenti incrementali da 240 milioni per nuovi servizi. C’è poi la sperimentazione 5G di Milano, dove Vodafone ha completato tutti i 41 use case in 5G con partner industriali e istituzionali in diversi ambiti, tra cui sanità, sicurezza, industria 4.0 e smart city e mobilità e trasporti.

Nello specifico V-Hub, lanciato ieri in Italia, Regno Unito, Germania e Spagna, è una piattaforma che offre guide, suggerimenti e un servizio di consulenza per aiutare le pmi a orientarsi, a seconda delle proprie esigenze. Contenuti adattabili «su misura» per le singole pmi, attraverso guide, video e webinar online, grazie a un servizio di consulenza gestito da esperti e consulenti Vodafone Business che calibrano in base ai diversi livelli di competenza, dai principianti a coloro che possiedono già una certa padronanza dei servizi digitali. Per fare un esempio, se l’80% delle pmi italiane ha un sito web, solo il 57% fa pubblicità online e solo il 10% ha una propria piattaforma di ecommerce. Colmare questo gap diventa fondamentale sia per le singole imprese sia per il sistema Italia: basti pensare che le pmi generano circa il 70% del valore aggiunto complessivo dell’economia italiana, con una quota di occupazione del 78%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *