ombrelloni-lasciati-in-spiaggia,-liberati-1600-metri-quadrati-di-litorale

Ombrelloni lasciati in spiaggia, liberati 1600 metri quadrati di litorale

Livorno, 5 agosto 2022 – Lasciavano gli  ombrelloni in spiaggia  per assicurarsi un posto il giorno dopo. Per questo la Guardia costiera del circondario di  Piombino  (Livorno) è intervenuta e ha  sequestrato centinaia di attrezzature balneari  che abusivamente occupavano circa  1600 metri quadrati  di litorale, da  Livorno  fino a  Follonica . Oltre agli ombrelloni, sono stati posti sotto sequestro altre attrezzature, come bastoni,  tavolini sedie , posizionati sia da privati che da concessionari di altre aree limitrofe. 

All’ isola d’Elba , invece, oggi si è svolta un’operazione di pulizia dei fondali marini davanti Marciana Marina, nell’ambito della campagna di bonifica delle ‘ reti fantasma ‘ promossa, da diversi anni, dal comando generale del corpo delle Capitanerie di porto e svolta sotto il coordinamento dalla Direzione marittima della Toscana. Si tratta di attrezzature da pesca abbandonate , perse o dismesse che, nella maggior parte dei casi, rimanendo impigliate sui fondali marini, costituiscono una minaccia per la vita dei pesci e l’integrità dell’ecosistema marino.

L’operazione odierna ha consentito il recupero di circa 3 miglia marine di palangari abbandonati , 120 metri tra reti da pesca di tipo tremaglio e cime varie, per un peso di circa un quintale: il recupero del materiale si è svolto negli specchi di mare davanti a Punta del Nasuto e Punta della Madonna, sul versante nord dell’Elba e l’intervento è stato eseguito dai volontari del centro subacqueo di Marciana Marina, coadiuvati dalla Guardia costiera di Marciana Marina.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.