economia

Neet,in Italia 1 giovane su 3 non studia e non lavora

neet,in-italia-1-giovane-su-3-non-studia-e-non-lavora

Un paese che spreca le potenzialità dei suoi giovani. È questo il quadro che emerge dall’ultimo rapporto sui Neet in Italia, i ragazzi che non studiano e non lavorano. Uno studio, curato dal professore Alessandro Rosina per la rete europea StartNet, che ricorda come nel nostro Paese quasi un quarto di chi ha tra i 20 e i 34 anni vive in una condizione di sospensione. Secondo il docente si tratta di “una dissipazione del capitale umano” che ci colloca tra i peggiori paesi a livello europeo. quando si tratta di sostegno all’occupazione giovanile e che potrebbe peggiorare vista la crisi economica. La storia insegna che i giovani-adulti con un lavoro tra 25 e 34 anni sono scesi da 5,6 milioni nel 2007 a 4 milioni nel 2018.

Più in dettaglio, tra i giovani che non studiano e non lavorano, lo studio distingue tra 4 categorie: le persone in cerca di occupazione, poco più del 40% dei Neet. Gli Indisponibili, gruppo in cui rientrano le giovani donne che si occupano di attività di cura (20%). Troviamo poi le persone In attesa di opportunità e interessate alla formazione (25%) e gli Scoraggiati, quel 15% che non cerca lavoro. Ragazzi con “livelli di istruzione bassi e senza esperienza, concentrati soprattutto nelle regioni del Sud”.

«Una spirale negativa – chiarisce Rosina – che rischia di accentuarsi con l’impatto dell’emergenza sanitaria. È necessario investire in modo solido su coerenti politiche attivanti e abilitanti, partendo dalla formazione e facendo tornare la scuola uno strumento che favorisce il riscatto e la mobilità sociale». Un approccio in linea con il nuovo pacchetto legislativo “A Bridge to Jobs” proposto dalla Commissione Europea il 1 luglio scorso per sostenere l’occupazione giovanile e combattere l’aumento della disoccupazione degli under 29. La buona notizia è che dal 2021 dovrebbero essere messi a disposizione dall’Unione Europea almeno 22 miliardi per combattere la disoccupazione giovanile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *