politica

Napoli, candidato alla Regione imita il boss di Gomorra

napoli,-candidato-alla-regione-imita-il-boss-di-gomorra
la storia

Mezzogiorno, 27 agosto 2020 – 09:44

Ciro Attanasio fa il verso a Pietro Savastano: «Ho cercato la provocazione, anche rispetto a tanti che si candidano solo per la poltrona. E nel video io parlo di diritti»

di F.N.

L’intuizione – girare uno spot elettorale facendo la parodia di Gomorra – si è trasformata subito polemica. Ma nel frattempo il video di Ciro Attanasio (candidato in una lista a sostegno di Vincenzo De Luca), che fa il verso al boss Pietro Savastano, è diventato virale sul web. Sortendo un doppio effetto: durissime critiche o commenti divertiti. Lui, qualche giorno dopo, ha cercato di mitigare il clamore che si era creato. «Quando ho girato il primo video, ho cercato la provocazione e credetemi, ci vuole un gran coraggio – ha scritto in un post su Facebook – in una competizione elettorale dove ci sono migliaia di candidati oramai tutti esperti di social, con truppe di “comunicatori al seguito”, ho visto sbadigliando fin troppi video di presentazione con candidati che indicano con la manina la loro casetta, ti dicono anche la loro professione, e ti parlano di valori che avrebbero ma che poi non ti spiegano. Hanno scritto in faccia voglio quella poltrona punto e basta, e i loro valori li sappiamo bene: apparenza, puzza sotto il naso e ti conoscono solo di questi tempi».

La motivazione che l’ha spinto a realizzare quella parodia è però anche politica. «Dignità e rispetto, nello slang del personaggio che mi diverto provocatoriamente ad interpretare – aggiunge – sono quelli che normalmente chiamiamo diritti, che spesso molta gente non osa nemmeno chiedere e pensare che possano esistere. Ecco anche quella gente vota ed io la trascinerò ai seggi elettorali perché la voglio rappresentare con grande passione e forza»

27 agosto 2020 | 09:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *