Sport

Milan, Ibrahimovic prepara l’addio: «Questa con la Juve può essere stata una delle mie ultime partite»

milan,-ibrahimovic-prepara-l’addio:-«questa-con-la-juve-puo-essere-stata-una-delle-mie-ultime-partite»

Zlatan Ibrahimovic, dopo la vittoria per 4-2 del suo Milan contro la Juventus, con un sorriso lancia indizi sul futuro: «Resto? Vediamo, c’è ancora un mese per divertirmi. Ci sono cose che stanno succedendo qua su cui non abbiamo controllo. Mi dispiace per i tifosi, poteva essere una delle ultime partite in cui mi vedevano dal vivo. Perché lo dico? Leggete tra le linee».

Nel post partita Ibra non ha nascosto il rimpianto di essere arrivato solo a gennaio: «Se fossi stato qua dal primo giorno avremmo vinto lo scudetto, quello è sicuro. Sono vecchio, non è un segreto, ma l’età è solo un numero. Mi sto allenando bene, ho un buon equilibrio. A 38 anni non ho il fisico di prima ma faccio quello che posso. Con intelligenza ci arrivo, se non faccio la differenza non mi piace, non sto qua perché sono una mascotte», ha detto lo svedese, intervistato da Dazn. E e a chi gli chiedeva se in futuro potrebbe esserci un ruolo da allenatore, una battuta in risposta: «Sono presidente, allenatore e giocatore, ma mi pagano solo come calciatore, è l’unica cosa negativa».

8 luglio 2020 (modifica il 8 luglio 2020 | 08:23)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *