Sport

Messi-Barcellona, Leo sulle barricate: non si presenta al raduno, il club prepara la multa

messi-barcellona,-leo-sulle-barricate:-non-si-presenta-al-raduno,-il-club-prepara-la-multa

Nessun passo indietro: Lionel Messi non ha nessuna intenzione di indietreggiare in questa battaglia con il Barcellona. Stando alle anticipazioni dell’emittente Rac1, oggi, domenica 30 agosto, la Pulce non si presenterà al centro d’allenamento blaugrana per sottoporsi al tampone (gli allenamenti sono fissati per domani, lunedì 31 agosto, i primi dell’era Ronald Koeman). L’assenza ai controlli anti Covid comporterebbe automaticamente l’impossibilità di presentarsi alla prima seduta di allenamenti. In questo caso, il giocatore si esporrebbe al rischio di ricevere una multa da parte del club.

Da una parte abbiamo il club che pretende i 700 milioni di euro della clausola (mentre soci e tifosi chiedono le dimissioni del presidente, Josep Maria Bartomeu, considerato responsabile di questo clamoroso pasticcio); dall’altra parte c’è invece Messi che ritiene di potersi svincolare gratis (ed esercitare la famosa clausola che glielo consente, ma che per la società è scaduta a inizio giugno) in quanto la stagione si è prolungata fino ad agosto a causa dell’emergenza coronavirus. Si rischia di andare in Tribunale, che fisserebbe un prezzo per il trasferimento del fuoriclasse argentino. Sarebbe una cifra inferiore alla clausola di 700 milioni, ma comunque alta. In Spagna parlano di circa 500 milioni di euro.

Oltre agli inglesi, anche le altre pretendenti (Psg, Inter e Juventus appunto) potrebbero provarci. Il tutto se trovano soldi e riescono a convincere il giocatore. In realtà, volendo, Messi potrebbe firmare già per il Manchester City (o per qualsiasi altro club al di fuori della Liga) e aspettare la decisione della Fifa. Ma appunto si rischia una guerra senza precedenti, che coinvolgerebbe anche i Cityzens, chiamati poi a pagare la clausola astronomica, che nessuno può permettersi. La speranza dei tifosi sono le elezioni anticipate, dopo le dimissioni di Bartomeu. Solo così si potrà convincere la Pulce a non lasciare la Catalogna.

30 agosto 2020 (modifica il 30 agosto 2020 | 10:05)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *