lorenzo-colombo-milan:-chi-e-il-giovane-attaccante-che-sostituira-ibrahimovic

Si chiama Lorenzo Colombo, ha compiuto 18 anni l’8 marzo, ma da stasera (e per qualche settimana) dovrà sostituire nientepopodimeno che Zlatan Ibrahimovic, il fuoriclasse di 39 anni che nel Milan dei giovani ha trovato il suo habitat naturale nella veste di guida calcistico-spirituale. Sarà sicuramente emozionato Colombo (che nella sua carriera ha indossato solo la maglia rossonera e quella delle giovanili azzurre), ma Stefano Pioli saprà come togliergli la pressione di dosso, vista anche l’assenza per squalifica di Rebic (il croato sconterà la seconda delle 3 giornate di stop in campo europeo). Il tecnico da lui si aspetta solo una cosa: i gol. Come quei tre segnati nelle amichevoli di precampionato contro Monza, Vicenza e Brescia (a secco soltanto con il Novara, nella prima in assoluto).

Una promessa

C’è grande fiducia nei confronti di questo ragazzo, che ha margini di miglioramento e che nella scorsa stagione ha giocato nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus (12 giugno), subentrando a sette minuti dalla fine a Paquetà, e debuttato in serie A il 18 luglio a San Siro nel 5-1 rifilato al Bologna. Prima, però, ha dovuto riprendersi da un infortunio, da una frattura da stress al quinto metatarso del piede destro (ottobre 2019). Finito sotto i ferri, Colombo ha dovuto rinunciare, suo malgrado, ai Mondiali Under 17 ed è stato costretto a rimanere fermo per tre mesi. Appena tornato in campo, però, con la Primavera ha segnato sette gol in appena cinque partite. Numeri che hanno spinto il Milan a tenerselo stretto e a fargli firmare il rinnovo fino al 2024, in attesa appunto di avere una chance.

La grande chance

Come quella che potrebbe avere stasera nel terzo turno preliminare di Europa League contro i norvegesi del Bodoe Glimt. Da piccolissimo nelle formazioni giovanili rossonere già faceva gol al Real Madrid e al Barcellona, oltre che a diventare campione d’Italia con gli Allievi Nazionali nel 2017 insieme a Daniel Maldini. L’idolo di Colombo? Gabriel Omar Batistuta, nonostante sia troppo piccolo per aver potuto vedere appieno le gesta dell’ex di Fiorentina, Roma e Inter. C’è una foto sul suo profilo Instagram che lo testimonia. Un fotomontaggio con l’attaccante argentino in primo piano (con la casacca viola), lui nel mezzo e un leone sullo sfondo. Intanto, la sua carriera parte come vice Ibra. Un altro centravanti di razza, che è poi quello che Colombo vorrebbe diventare.

24 settembre 2020 (modifica il 24 settembre 2020 | 16:55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *