L’imprenditore Elon Musk ha ammesso di avere l’Asperger

l’imprenditore-elon-musk-ha-ammesso-di-avere-l’asperger

Elon Musk, durante il suo monologo di apertura in qualità di conduttore del “Saturday Night Live”, ha dichiarato di avere la sindrome di Asperger.

Asperger
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

In relazione alla sua nuova veste di conduttore del Saturday Night Live, l’imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense Elon Musk ha tenuto un monologo di apertura nel corso del quale ha voluto fare una significativa rivelazione. L’uomo, infatti, ha ammesso di soffrire della sindrome di Asperger.

Elon Musk, il monologo al Saturday Night Live: “Ho la sindrome di Asperger”

In occasione del suo monologo di apertura recitato in qualità di conduttore del programma Saturday Night Live,l’eccentrico imprenditore Elon Musk scelto di spiegare ai telespettatori cosa si celasse dietro alcuni suoi specifici comportamenti che, in passato, hanno sbalordito e spiazzato moltissime persone.

A questo proposito, infatti, il miliardario ha dichiarato: “So che dico o posto cose strane, ma è così che funziona il mio cervello.

E voglio solo dire a chiunque io abbia offeso che porto le persone su Marte: quindi… pensavate veramente che fossi un tipo rilassato e normale?”.

Subito dopo, poi, l’intraprendente co-fondatore di Tesla e SpaceX ha rivelato: “Ho la sindrome di Asperger…”.

Elon Musk: sindrome di Asperger e problemi relazionali

Proseguendo nel suo monologo da conduttore del noto show americano, Elon Musk ha affermato: “È un onore condurre il Saturday Night Live.

Sto facendo la storia stasera perché sono la prima persona con la sindrome di Asperger a condurre lo show – e poi ha sottolineato – o, almeno, sono il primo ad ammetterlo”.

L’imprenditore, quindi, ha raccontato di soffrire di questa singolare forma di autismo – condivisa, ad esempio, con personaggi come Greta Thunberg – che gli impedisce da sempre di avere interazioni sociali normali, generandogli gravidifficoltà relazionali.

Elon Musk, monologo: dalla sindrome di Asperger alle criptovalute

Una volta esaurito il discorso relativo alla sindrome di Asperger, il nuovo conduttore del Saturday Night Live ha animato il suo monologo con battute ironiche riferite ai suoi tweet, al nome decisamente poco convenzionale dato a suo figlio – battezzato X Æ A-12 – o, ancora, ricordando il momento in cui scelse di fumare uno spinello mentre stava partecipando a un podcast in diretta su YouTube.

Inoltre, il co-fondatore di PayPal, ribadendo il suo smisurato sostegno ed entusiasmo nei confronti del mondo delle criptovalute, ha scelto anche di elencare nuovamente tutti i vantaggi del dogecoin. In particolare, l’imprenditore Elon Musk ha definito la criptovaluta – attualmente associata a un valore di mercato pari a circa 72 miliardi di dollari – come “un veicolo inarrestabile che conquisterà il mondo”. Dopo aver pronunciato la frase, tuttavia, il miliardario ha ammesso che una simile definizione potrebbe inevitabilmente generare “confusione”.