lavoro,-i-dati-inps:-in-5-mesi-calo-del-43%-delle-assunzioni-(1,8-milioni)

Le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati nei primi cinque mesi del 2020 sono state 1.795.000, in calo del 43% rispetto allo stesso periodo del 2019. A pesare la pandemia di Covid-19 e le incertezze legate al futuro. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sul precariato di maggio secondo il quale per le assunzioni a tempo indeterminato il calo è stato del 30,77% (da 644.109 a 445.914).

I contratti che sono stati trasformati da tempo determinato nel periodo gennaio-maggio 2020 sono state 229.000, in flessione del 31% (ma erano scese del -43% a maggio). Le cessazioni nel complesso sono state 1.972.000, in calo rispetto allo stesso periodo del 2019. La flessione è stata particolarmente forte per i contratti a tempo indeterminato nel trimestre marzo-maggio (-47%) a seguito del blocco dei licenziamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *