La reazione dei genitori della diciannovenne che ha denunciato il figlio di Grillo

la-reazione-dei-genitori-della-diciannovenne-che-ha-denunciato-il-figlio-di-grillo

“Fare spettacolo sulla pelle altrui è una farsa ripugnate”, queste le reazioni dei genitori della diciannovenne che ha denunciato il figlio di Grillo.

Grillo genitori ragazza

A seguito del video di sfogo di Beppe Grillo in difesa del figlio di Ciro circa le accuse di violenza sessuale ricevute nel 2019, è arrivata la reazione di denuncia dei genitori della ragazza italo – svedese che hanno definito le strategie messe in atto dal fondatore del Movimento 5 Stelle “misere e già viste”.

Attraverso le dichiarazioni del legale Giulia Bongiorno ad Adnkronos, i genitori della giovane, si sono espressi su quanto dichiarato da Beppe Grillo, il quale secondo loro ha sminuito e ridicolizzato il dolore della figlia, aggiungendo senza troppi giri di parole che quello di Grillo è stato nientemeno che un “tentativo di fare spettacolo sulla pelle altrui”. 

Grillo, la reazione dei genitori della ragazza

 “Cercare di trascinare la vittima sul banco degli imputati, cercare di sminuire e ridicolizzare il dolore, la disperazione e l’angoscia della vittima e dei suoi cari sono strategie misere e già viste, che non hanno nemmeno il pregio dell’inedito”, questa la reazione dei genitori della giovane italo-svedese che ha denunciato il Ciro Grillo e altri tre giovani con l’accusa di violenza sessuale.

“Il tentativo di fare spettacolo sulla pelle altrui è una farsa ripugnante”, hanno aggiunto criticando aspramente il messaggio di Beppe Grillo in difesa del figlio 21enne. 

Nel frattempo i legali di Ciro Grillo hanno messo in evidenza come il giovane 21enne e gli altri tre ragazzi si siano sempre dichiarati innocenti “sia nel settembre 2019, quando erano stati convocati senza neppure conoscere gli atti, sia nei giorni scorsi, quando si sono sottoposti agli interrogatori da loro stessi richiesti”.