juventus,-pirlo:-«covid,-non-penso-ci-sia-il-rischio-di-non-giocare-con-il-napoli»

«Non penso ci sia il rischio di non giocare». Andrea Pirlo non si aspetta sorprese legate alla situazione Covid in casa Napoli. «E’ uscito un comunicato della Lega Calcio con regole ben precise, non penso ci siano problemi per giocare. Il nostro stato d’animo è quello di sempre, abbiamo preparato la gara come sempre, l’attualità non ci ha influenzato minimamente. Ormai al giorno d’oggi bisogna avere paura ad andare in giro, non solo a giocare alle partite. Non si deve avere paura di giocare, il virus lo si può prendere dappertutto». Meglio pensare al campo, insomma. «Altri davanti a noi? Essere favoriti o meno non mi cambia niente, io ho soltanto bisogno di lavorare con i miei giocatori, il resto non mi cambia» rileva Pirlo, che ritrova Dybala («Vedremo se farlo giocare dall’inizio o a gara in corso»), coccola Morata («E’ un giocatore funzionale al mio gioco, l’abbiamo preso per questo, è ovvio che avrà altre possibilità») e punta sempre su Ronaldo. Ho scoperto che è un grande lavoratore, è sempre il primo ad arrivare ed è sempre l’ultimo a lasciare il campo. Ha grande entusiasmo, il suo spirito è fondamentale ed è da esempio. Non so se sia un caso che ha iniziato così bene la stagione; l’importante è che la finisca allo stesso modo, facendo uno-due gol a partita…».

La gara con il Napoli

A cominciare dal Napoli capolista, domani sera. «E’ una squadra forte, l’ha dimostrato. Con l’arrivo di Gattuso ha cambiato mentalità, fa grande possesso palla e una grande fase offensiva. Lavorano da tempo insieme ed è il loro punto di forza. Noi però non siamo da meno». I due tecnici sono grandi amici dopo una vita passata da compagni di squadra al Milan: «Lo scherzo migliore che gli potrei fare sarebbe vincere…». sorride Andrea. Pirlo non boccia la prova di Roma, conferma che «gli esperimenti di formazione andavano fatti» e aggiunge: «Di quello che abbiamo provato potrebbe rimanere l’impostazione tattica, con qualche cambio di giocatore. Non abbiamo occupato bene gli spazi in fase offensiva e magari metteremo un giocatore più di ruolo in fase offensiva largo a destra». Vale a dire Cuadrado, visto che Kulusevski in fascia poteva sembrare «una soluzione azzardata». Lo svedese potrebbe tornare in attacco accanto a Ronaldo, oppure fare il trequartista alle spalle di due punte. Un cambio in mediana ci sarà: Arthur, pronto alla prima da titolare, al posto dello squalificato Rabiot. Pirlo lascia anche la porta aperta al mercato: «Sono contento della rosa. che ho ma finché è aperto il mercato tutto può succedere…». Chiesa in arrivo?

3 ottobre 2020 (modifica il 3 ottobre 2020 | 15:13)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *