juventus-han-kwang-song,-l’onu:-violate-le-sanzioni-alla-corea-del-nord-per-il-nucleare

Lo scorso gennaio la Juventus ha ceduto l’attaccante nordcoreano Han Kwang-song, 22 anni, alla squadra dell’Al-Duhail, in Qatar. Ma la manovra di mercato da 7 milioni di euro, che ha portato il primo giocatore di Pyongyang ad aver esordito — e segnato — nel nostro campionato (aprile 2017, con la maglia del Cagliari), nello stato emiratino rischia di avere risvolti di politica internazionale.

Perché, secondo quanto scrive L’Équipe, viola le risoluzioni che impediscono ai cittadini di Pyongyang di lavorare all’estero, ed è finita nel mirino delle Nazioni Unite. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha infatti «immediatamente contattato l’Italia a proposito del trasferimento del signor Han, ma questo non è stato annullato», è scritto in un rapporto ufficiale. In seguito, il Consiglio «ha nuovamente contattato il Qatar per fare presenti le risoluzioni pertinenti a questa operazione».

Adesso l’impatto anche sul calcio: Han, arrivato a Cagliari nel 2017, è stato prelevato in prestito dalla Juventus nel 2019 e ha giocato sempre nella Primavera, prima di essere acquistato a titolo definitivo a gennaio (3,5 milioni) e subito rivenduto (come detto, per 7 milioni) ai qatarioti. Con l’Al-Duhail nello scorso campionato ha raccolto una decina di presenze e un gol, mentre non ha ancora giocato nella stagione appena iniziata.

29 settembre 2020 (modifica il 29 settembre 2020 | 17:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *