italia,-la-disfatta-con-l’argentina-e-la-prima-decisione-di-roberto-mancini

Italia, la disfatta con l’Argentina e la prima decisione di Roberto Mancini

La delusione del CT della Nazionale italiana, Roberto Mancini, è palpabile dopo la pesante sconfitta subita per mano dell’Argentina nella Finalissima

mancini

È un Roberto Mancini più deluso che arrabbiato, quello che si presenta ai microfoni a seguito della brutta sconfitta patita dai sui Azzurri nella Finalissima di Wembley disputata ieri contro l’Argentina e che ha visto i sudamericani trionfare con un netto 3 a 0.

Italia, la sconfitta nella Finalissima contro l’Argentina: da dove rirpartire?

Moltissimi tifosi della Nazionale italiana stavano aspettando con ansia la partita che si è svolta a Wembley, in Inghilterra, nella serata di ieri, fra Italia e Argentina. I motivi erano molteplici: il ritiro di Chiellini dal calcio giocato in primis, ma anche la voglia di rivedere in campo gli Azzurri contro la forte compagine argentina, uno scontro dal fascino sempre elevato.

Messi e compagni non hanno avuto però problemi ad imporsi sul campo verde, e ora la nuova pesante sconfitta dell’italia dopo la disfatta con la Macedonia, apre nuovi interrogativi: da dove si deve ripartire?

Roberto Mancini e la delusione per la Finalissima: le parole del CT

Il Commissario Tecnico della compagine Azzurra, Roberto Mancini, è intervenuto nella conferenza stampa di rito dopo la partita, e ha parlato in modo particolare dei suoi giocatori: Devo dire grazie a tutti questi ragazzi che hanno giocato in questi 4 anni: c’è grande dispiacere per la non qualificazione ai Mondiali.

I nostri ragazzi hanno speso tanto negli ultimi due anni, e anche io sono stanco. Volevamo cambiare dopo questa partita e lo faremo.” Poi due parole su come verrà affrontato il prossimo futuro, che vedrà l‘Italia presto di nuovo impegnata in campo: Lascerò qualcuno in vacanza perché se lo merita e dovrà recuperare rispetto a quanto fatto. Dopo l’Europeo abbiamo fatto grande fatica soprattutto nel fare gol, e per questo dobbiamo trovare più soluzioni.”

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.