insulti-via-social-al-fratello-di-chiesa,-andra-via-anche-lui?
il caso

8 ottobre 2020 – 14:13

Lorenzo gioca nelle giovanili viola. Commisso: «Da Federico neanche una telefonata, sono deluso»

di Matteo Magrini

Un silenzio assordante. E che, come aveva raccontato Daniele Pradè, ha ferito nel profondo Rocco Commisso. Perché c’è modo e modo per dirsi addio, e quello scelto da Federico Chiesa non è quello che il presidente si sarebbe aspettato. «È vero — ha ammesso ieri — la prima cosa che ho fatto l’anno scorso, a Chicago, è stata parlare con Federico. L’ho aspettato davanti al bus. Ora, invece, non ho ricevuto nemmeno una telefonata. Non penso di meritarmelo, perché né io, né mia moglie, o mio figlio, abbiamo mai detto niente di brutto su di lui». Sentimenti condivisi anche dal sindaco, Dario Nardella. «Tradimento è una parola forte — ha detto a Un giorno da pecora — ma certo ci siamo rimasti male. Leggendo le parole di Commisso ho pensato che col violino potrei suonargli Se telefonando di Mina, poi mi è venuta in mente anche Perdere l’amore».

Il distacco è stato brusco. Soltanto col gruppo Chiesa ha avuto un saluto normale. Più caldo con quei compagni con i quali aveva stretto un rapporto particolare, più formale con gli altri. Per il resto, il gelo. Le stesse parole di Daniele Pradè, quel riferimento alla Fiorentina vista soltanto come un veicolo per andare altrove, sono state vissute con grande fastidio da parte del babbo, Enrico, che comunque, almeno per il momento, non risponderà. La situazione, però, è complessa. Anche perché nelle giovanili della Fiorentina (è un classe 2004) gioca ancora il fratello di Federico, Lorenzo.

E quanto il caso sia delicato è testimoniato dai profili social del più giovane dei Chiesa. Su Instagram, per esempio, le sue ultime foto pubblicate sono commentate con tantissimi insulti da parte dei tifosi. Tanto che qualcuno ipotizzava che Enrico potesse decidere di portar via anche lui, dalla società viola. Ipotesi che ad oggi non trova conferme. Più avanti, si vedrà. Di sicuro, per un po’, la vita dei Chiesa a Firenze sarà più complessa. Tanto è vero che lo stesso Enrico, negli ultimi giorni, si è fatto vedere meno nei luoghi frequentati abitualmente.

E Federico? Prova a guardare avanti. Tanto da aver già smesso di seguire, sui social network, i profili ufficiali della Fiorentina. Intanto, ieri, ha vissuto una serata paradossale. Non inserito nei 23 schierabili da Roberto Mancini per il match dell’Italia con la Moldova, è entrato per la prima volta al Franchi (accomodandosi in tribuna) da ex.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 ottobre 2020 | 14:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *