il-veneto-chiude-i-centri-tamponi-per-i-no-vax:-test-solo-a-chi-ha-sintomi-covid

Il Veneto chiude i centri tamponi per i no vax: test solo a chi ha sintomi Covid

In Veneto arriva la stretta ai tamponi non diagnostici, per mancanza di personale medico. Sono i test richiesti dai no vax per avere il Green pass

tamponi no vax

In Veneto arriva la stretta ai tamponi non diagnostici, per mancanza di personale medico. Sono i test richiesti da chi non è vaccinato per avere il Green pass a tempo. 

Veneto, stretta ai tamponi diagnostici: la decisione

La curva dei contagi in Italia continua a salire e il personale medico delle regioni si sta concentrando molto sulle vaccinazioni.

Così in alcuni hub del veneto, a partire dall’Ulss Euganea di Padova è comparsa la scritta: “Test riservato a chi ha i sintomi”. Quindi i tamponi saranno effettuati solo a chi ha qualche sintomo del Covid e dai loro contatti. Una decisione che ovviamente mette in difficoltà i no vax e chi non si è vaccinato, che si dovranno rivolgere a farmacie per i test rapidi o centri privati per il molecolare.

Veneto, stretta ai tamponi diagnostici: la spiegazione dell’Ulss Euganea

L’Ulss Euganea spiega così la decisione presa: “Vogliamo ottimizzare ed estendere le risorse dedicate alla vaccinazione anti-Covid”. Misure analoghe sono state prese anche dall’Ulss Serenissima di Venezia, e dell’Ulss Scaligera di Verona, che a sua volta riserverà l’accesso ai tamponi ai cittadini che ne hanno diritto gratuitamente, non a pagamento.

Edgardo Contato, il direttore generale di Serenissima, ha spiegato ai direttori dei servizi ospedalieri e territoriali: “Siamo impegnati a concentrare le risorse disponibili sulla campagna vaccinale. In questa sfida chiedo a tutti di investire in disponibilità, per arrivare a un Natale in cui poter considerare superata l’attuale ondata di contagi”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *