Sport

Il Torino riparte da Zaza e Belotti: 4 gol al Novara, difesa alta e pressing

il-torino-riparte-da-zaza-e-belotti:-4-gol-al-novara,-difesa-alta-e-pressing

A dieci giorni dall’inizio della preparazione, più che la prima amichevole stagionale (comunque vinta, 4-1 al Novara), si può giudicare l’idea: il Toro di Marco Giampaolo (foto) parte con il 4-3-1-2 che è il motto della ditta, linea difensiva modello Bayern Monaco, altissima (e rischiosa), tessitura del fraseggio nel mezzo, ricerca del trequartista, sabato Berenguer (con Verdi ko), e continui movimenti tra le due punte, Zaza e Belotti. A segno entrambe: il primo con sventola dal limite, su mezzo cadeau della difesa, il secondo con destro a giro sul secondo palo, da sigla tv. Il Novara (serie C), che ha iniziato con 9 under 22, ha accorciato alla mezzora (Bortolussi di testa, in mezzo al presepe), per poi essere piallato nella ripresa, quando i cambi hanno stravolto le squadre e reso il divario incolmabile. Morale: bella rete di Segre, con colpo al volo da fuori, e stoccata di Edera, altrettanto da applausi. A bordo campo, Giampaolo chiamava ognuno dei suoi, quasi telecomandandone i movimenti e, soprattutto, chiamando i tempi del pressing. Prima della sfida, aveva tirato un primo bilancio: «In dieci giorni abbiamo fatto tante cose, anche se per i particolari ci vorrà ovviamente tempo. E allenarsi al Filadelfia, dove si respira la storia del Toro, crea appartenenza». Prossime amichevoli, sempre allo stadio Grande Torino, contro Pro Patria (mercoledì) e Pro Vercelli (sabato).

29 agosto 2020 (modifica il 29 agosto 2020 | 22:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *