Sport

Il segreto di José Mourinho per gestire la stampa inglese? «Preferisco non parlare» (ma è solo uno spot)

il-segreto-di-jose-mourinho-per-gestire-la-stampa-inglese?-«preferisco-non-parlare»-(ma-e-solo-uno-spot)

Ritrovarsi sulla panchina di una squadra di Premier League avendo alle spalle una sola esperienza come coach di football americano di uno sperduto college del Kansas sarebbe uno choc per chiunque, ma potendo contare su un mentore d’eccezione come José Mourinho, tutto diventa più facile. Quantomeno sulla carta o, meglio, in uno spot che, nel caso specifico, è quello per il lancio delle nuove puntate della serie tv «Ted Lasso» su Apple Tv, dove l’ex tecnico dell’Inter del Triplete dà consigli calcistici e comportamentali allo sprovveduto collega americano (interpretato nella fiction dall’attore Jason Sudeikis), chiamato appunto ad allenare l’AFC Richmond nella sua nuova stagione di Premier League. «Nel calcio non ci sono scorciatoie – spiega Mou nella telefonata a Lasso – e la prima cosa da fare è capire su quali giocatori puoi contare».

Ad un certo punto l’ingenuo allenatore made in Usa chiede all’attuale allenatore del Tottenham quali siano le principali differenze nel calcio in base alla nazione in cui viene giocato e fra parole mai sentite (vedi il «catenaccio» quando si parla dell’Italia) e altre fraintese (come il «tiki-taka» spagnolo, confuso con un modo di cucinare il pollo), lo scambio di battute si fa sempre più esilarante, per poi concludersi con un’ultima dritta impartita da Mourinho al povero Lasso. Ovvero, come trattare la stampa inglese, soprattutto nel caso in cui i risultati dal campo non dovessero arrivare. «L’ultima cosa che devi imparare è come gestire la stampa inglese – sottolinea infatti il tecnico portoghese – e ti dirò esattamente cosa dire: “preferisco non parlare”». Attimo di smarrimento del povero Lasso – convinto di aver detto qualche parola sbagliata al suo personalissimo guru della Premier League – e poi il chiarimento di Mou. «No, questo è quello che devi dire alla stampa: “preferisco non parlare”». Una fase che Mourinho ha ormai fatto diventare il suo mantra: del resto, se lo chiamano Special One, un motivo ci sarà….

25 agosto 2020 (modifica il 25 agosto 2020 | 16:57)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *