Attualità Moda

IL RISTORANTE ENOTECA PINCHIORRI IN EQUILIBRIO FRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO.

Il Punto di Vista della Guida MICHELIN

Celebre in tutto il mondo è il tre stelle che rende lustro alla città del Giglio! Tra i pochi locali realmente internazionali del Paese, la cucina di madame Féolde affiancata dal 1993 da Riccardo Monco è sostanzialmente italiana in bilico tra classico e moderno, sebbene da qualche tempo a questa parte – in fondo al menu – vi sia un omaggio di ringraziamento alla Francia (per l’assegnazione della Légion d’Honneur) con due piatti tipici della loro tradizione. Si gioca molto sul sicuro: materie prime ottime, cotture perfette, presentazioni accattivanti e, ultimo ma non ultimo, porzioni generose. Il servizio è pronto ad incontrare e prevedere ogni desiderio, mettendo a proprio agio l’ospite; il delizioso dehors, un “fiore” che si schiude nella piccola corte. Leggendaria, infine, l’ampia carta dei vini che non necessita di citarli – per forza – tutti, bensì solo le etichette veramente significative (e sono tante!) del mondo intero.

  • Tre stelle MICHELIN: una cucina unica. Merita il viaggio!
  • Ristorante estremamente confortevole. I nostri indirizzi più piacevoli.
Specialty
  • Ricciola appena scottata nell’olio, capperi, guanciale e porri, raviolo croccante di ostriche e riduzione di cavolo cappuccio
  • Filetti di triglia avvolti nel pane toscano, purea di finocchio candito nell’olio extra vergine e intingolo di maruzzelle
  • Budino soffice al latte, con gelato al caffè e prugne leggermente marinate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *