il-lusso-della-villa-della-marchesa-arricchisce-l’hotel-santa-caterina

Il lusso della Villa della Marchesa arricchisce l’Hotel Santa Caterina

La novità della stagione 2022 per l’albergo di Amalfi è l’apertura al pubblico delle tre ville attigue per cui nel 2019 erano iniziati i lavori di restauro

La novità della stagione 2022 per l’albergo di Amalfi è l’apertura al pubblico delle tre ville attigue per cui nel 2019 erano iniziati i lavori di restauro

La stagione 2022 all’Hotel Santa Caterina di Amalfi è cominciata da circa un mese e c’è una grande novità: la Villa della Marchesa, distante poche decine di metri dal plesso alberghiero. Vista spettacolare sul mare e sul borgo.

Nell’anno 2018 la famiglia Gambardella, proprietaria dell’hotel Santa Caterina, acquistò tre ville tra loro vicinissime. Due, relativamente piccole, risalgono al diciassettesimo secolo; la villa grande è invece costruzione recente dacché risale agli anni ’50 dello scorso secolo.

L’incantevole insieme delle tre ville è stato denominato “La Villa della Marchesa”.

Colazione all'Hotel Santa Caterina  Il lusso della Villa della Marchesa arricchisce l'Hotel Santa Caterina

Colazione all’Hotel Santa Caterina

La Villa della Marchesa apre agli ospiti 

Nel 2019 furono avviati gli accorti lavori di restauro, volti alla ristrutturazione del plesso costituito dalle tre ville e, in lodevole sintonia, alla salvaguardia dello straordinario habitat naturale nel quale le tre ville sono incastonate: giardini terrazzati, odorosi limoneti, patii, dove rilassarsi e godere in anelito panteista, dell’incanto sublime della natura.

Siamo nell’anno 2022 e le tre ville sono adesso ben pronte ad accogliere gli ospiti che desiderano questo tipo di soggiorno di lusso. Mutuati dalla struttura alberghiera i confortevoli servizi di camera, ristorazione e SPA.

L’offerta gastronomica dell’Hotel Santa Caterina 

L’Hotel Santa Caterina ha variegato offering anche per quanto concerne la ristorazione. Si cena al ristorante stellato Glicine, si pranza al ristorante Al Mare.

Qual è la distanza tra i due ristoranti? Possiamo misurarla in numero di gradini delle scalinate antiche che innervano l’albergo. Possiamo misurarla nei secondi che impiega l’ascensore. Possiamo misurarla nell’estro creativo, mai disgiunto dalla solida competenza e dalle robuste tecniche dello chef Giuseppe Stanzione. In tal caso, se è questa la misurazione della distanza, allora siamo in giunzione. Ed è al tavolo del ristorante Al Mare che ci si accomoda per pranzo che si rivelerà squisito.

Il menu di Al Mare 

Si principia con Provola Agerolina Affumicata Arrosto in Foglia di Limone. I limoni qui sono onnipresenti e la loro presenza si palesa non solo con la vista ma anche con l’olfatto. La provola vaccina è fatta ad Agerola, sui Monti Lattari.

Dalla vicina catena dei Monti Lattari, al vicinissimo mare per altro antepasto: Code di Gamberi Rossi di Santa Maria Profumati al Limone con Rucola Selvatica e Burrata. Santa Maria di Castellabate è pittoresco borgo cilentano.

La legna arde nel forno. L’abile pizzaiolo provvede a ché giunga tempestivamente al tavolo uno spicchio dell’originale Bufala d’Oro il cui dovizioso ed ammiccante topping è costituito da Pomodoro Giallo Marzanello, Mozzarella di Bufala e Basilico; in uscita forno: Pepe Nero e Olio Extravergine di Oliva.

La carta dei vini saggiamente non è sterminata e, stante la clientela cosmopolita, non può certo esentarsi dal proporre i grandi classici del nostro made in Italy enoico. Negli appropriati calici, gli ottimi bianchi della Costiera.

Gradevolissimo il primo: Bavette con Cozze, Pecorino e Lime.

A compimento di sì sontuoso pranzo il Babà Napoletano al Limone con Limoncello.

Può il ristorante Al Mare essere privo di banchina di attracco? Ovviamente no: i clienti arrivano anche dal mare!

 Bavette con Cozze, Pecorino e Lime Il lusso della Villa della Marchesa arricchisce l'Hotel Santa Caterina

Bavette con Cozze, Pecorino e Lime

1/2

Code di Gamberi Rossi di Santa Maria Profumati al Limone con Rucola Selvatica e Burrata Il lusso della Villa della Marchesa arricchisce l'Hotel Santa Caterina

Code di Gamberi Rossi di Santa Maria Profumati al Limone con Rucola Selvatica e Burrata

2/2

Previous Next

Amalfi e il lusso 

La targa di marmo nel borgo, tutto svela di Amalfi: «Il giorno del giudizio, per gli amalfitani che andranno in paradiso, sarà un giorno come tutti gli altri». Autore, il maremmano Renato Fucini.

Amalfi fu Repubblica Marinara. Amalfi non è città di mare. Amalfi è il mare quando il mare diviene borgo, quando il borgo diviene snodo di traffici, quando i traffici si inoltrano nelle terre interne e raggiungono mete assai lontane.

L’Hotel Santa Caterina è cinque stelle L. La L significa lusso. Ma dove sta il lusso all’Hotel Santa Caterina? Sta nell’intangibile ogni dove ed ogni quando. Se lo si vedesse, se lo si toccasse, si chiamerebbe sfarzo, si chiamerebbe ostentazione.

Qui il lusso è quello vero, è nell’understatement unito alla capacità innata di fare sentire immediatamente gli ospiti a casa loro. Perché.. hospites sacri sunt!

Hotel Santa Caterina 

Via Mauro Comite, 9, 84011 Amalfi SA

Tel. 089 871012

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.