Sport

Il 18 settembre parte la Bundesliga: con gli stadi aperti al 20% dei tifosi

il-18-settembre-parte-la-bundesliga:-con-gli-stadi-aperti-al-20%-dei-tifosi

Con l’aumento dei contagi – una curva in salita quella della pandemia – sembrava che la Bundesliga fosse corsa ai ripari. Tanto che la Cancelliera, Angela Merkel, aveva imposto il prolungamento dei divieti già in atto in queste settimane.

Una restrizione che, almeno in Germania, non valeva soltanto per il calcio, ma per tutto lo sport tedesco in generale. Detto questo, quindi, fino a fine 2020 gli stadi sarebbero rimasti chiusi. Con la presenza del pubblico bandita anche nei luoghi culturali, a festival e fiere. Sicuramente un duro colpo non solo per le società di calcio, ma anche per le squadre di pallamano, basket e hockey sul ghiaccio.

Invece, adesso è arrivato il dietrofront, giusto in tempo per venerdì 18 settembre, l’inizio della Bundesliga. Il via libera al pubblico è stato concesso dai Länder, i 16 Stati che compongono la Federazione. Tutto dalla gara che inaugura la nuova stagione, Bayern Monaco-Schalke 04 (20.30). In misura ridotta: la capienza massima sarà del 20%. Certo, è un via libera condizionato dall’evoluzione della situazione sanitaria, che sarà monitorata, in maniera costante.

Una sorta di prova, di test insomma, che per ora avrà una durata di 6 settimane e che sarà normato da regole precise per ingressi e distanziamento fisico. C’è da ricordare che per la Germania non è una novità assoluta. In quanto già le partite della Coppa nazionale sono state riaperte a una parte di tifosi. Ma questo provvedimento era stato emanato dagli uffici d’igiene locali e non si applicava su scala nazionale. Mentre adesso quello Länder per la Bundesliga (e le serie minori), è un forte passo in avanti. «Dovrebbe essere una specie di esperimento, un inizio in prova», ha spiegato proprio il primo ministro della Baviera, Markus Söder.

16 settembre 2020 (modifica il 16 settembre 2020 | 14:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *