giro-d’italia,-demare-vince-la-settima-tappa.-battuto-ancora-sagan

Una volata classica ancora mancava, una volata classica è arrivata. Ma dopo gli zig zag di Villafranca Tirrena e l’arrivo complicato di Matera, anche il terzo sprint del Giro d’Italia 2020, quello di Brindisi, se l’è preso il francese Arnaud Démare.

Nulla da fare per Sagan (secondo), unico capace di stargli a ruota ma incapace di uscire di ruota. E nemmeno per Matthews, terzo, e Swift, quarto. Troppo potente il capitano della Fdj e troppo ben guidato dai suoi gregari nel finale, primo fra tutti l’italiano Jacopo Guarnieri. Primo azzurro, settimo, Davide Ballerini.

Partita col botto (imboscate nel vento nel primo tratto del percorso provocate dai lupi belgi delle Deceuninck in cui sono stati in un primo tempo ingabbiati anche Nibali e Pozzovivo), la frazione si è poi trasformata in un lungo prologo allo sprint, dove c’è stata qualche contestazione per una serie di (obbiettivamente lievi) cambi di direzione del vincitore.

Con la vittoria a Matera, Arnaud Demare resta saldamente in testa alla classifica a punti della maglia ciclamino (161 punti contro i 106 di Sagan) mentre Almeida conserva la maglia rosa.

9 ottobre 2020 (modifica il 9 ottobre 2020 | 16:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *