gaetano-donizetti-unisce-a-tavola-bergamo-e-napoli

Gaetano Donizetti unisce a tavola Bergamo e Napoli

Tradizioni gastronomiche a confronto tra le due città amate dal compositore al ristorante tipico bergamasco Ol Giopì e la Margì. Fra un piatto e l’altro è stata spiegata l’origine delle ricette

Tradizioni gastronomiche a confronto tra le due città amate dal compositore al ristorante tipico bergamasco Ol Giopì e la Margì. Fra un piatto e l’altro è stata spiegata l’origine delle ricette

Bergamo e Napoli unite nel nome di Gaetano Donizetti. Lo scambio fra le due città, molto amate dal compositore, si è tradotto in una cena organizzata al ristorante tipico bergamasco Ol Giopì e la Margì, che prende il nome dalle due maschere orobiche. Regista dell’iniziativa il giornalista Vincenzo D’Antonio, da anni prezioso collaboratore di Italia a Tavola, accompagnato dal direttore Alberto Lupini, che ha organizzato la serata con i piatti partenopei in abbinamento a vini campani e bergamaschi.

Da sinistra, Luigi Invernici e Aliosha Foglieni Gaetano Donizetti unisce a tavola Bergamo e Napoli

Da sinistra, Luigi Invernici e Aliosha Foglieni


Inno al grande compositore

La conviviale, accompagnata da un sottofondo musicale con le composizioni del maestro Gaetano Donizetti, ha ripercorso la vita dell’illustre musicista, con aneddoti ed episodi inediti, alla presenza dei rappresentanti del teatro e del conservatorio di Bergamo, intitolati proprio a Donizetti. Presenti in sala anche Giovanni Sanga, presidente di Sacbo, la società di gestione dell’aeroporto Il Caravaggio che opera quotidianamente con tre collegamenti fra il capoluogo orobico e la città partenopea, insieme al vicesindaco di Bergamo, Sergio Gandi.


Menu unico e originale

La famiglia Foglieni, rappresentata da Alioscha in sala e Darwin in cucina, che gestiscono da sempre il ristorante Ol Giopì e la Margì, ha accolto i numerosi ospiti per un appuntamento unico e originale.

O Rrau Gaetano Donizetti unisce a tavola Bergamo e Napoli

O Rrau

1/3

La Munnezzaglia Gaetano Donizetti unisce a tavola Bergamo e Napoli

La Munnezzaglia

2/3

Torta Donizetti Gaetano Donizetti unisce a tavola Bergamo e Napoli

Torta Donizetti

3/3

Previous Next


Il menu ha previsto come antipasto gli “Scapece”, zucchine fritte all’agro e menta con mozzarella di bufala campana Dop, accompagnata dal Vesuvio Doc Lacryma Christi Bianco 2021 delle Cantine Olivella. La conviviale ha poi previsto due primi, abbinati al Valcalepio Bruno Rosso Doc 2017 dell’azienda agricola La Collina di Grumello del Monte: “La munnezzaglia”, pasta mista mantecata al Provolone del Monaco Dop, patate e rosmarino, seguita da “O Rrau”, tagliatelle fresche al ragù napoletano.


Unione culinaria tra Bergamo e Napoli

Fra un piatto e l’altro è stata spiegata l’origine delle ricette, che legano con un fil rouge Bergamo e Napoli. Tradizioni gastronomiche che hanno visto nel secondo “Braciola napoletana”, un abbinamento decisamente riuscito tra il ragù di carne in lenta cottura e la polenta di mais spinato bergamasco. L’azienda Collina ha proposto in abbinamento un vino molto strutturato, il “Rossa Passione” Valcalepio Riserva 2012.

Darwin Foglieni Gaetano Donizetti unisce a tavola Bergamo e Napoli

Darwin Foglieni


La degustazione si è conclusa con l’immancabile Babà al Rum e panna montata, accompagnato dalla Torta Donizetti di produzione bergamasca e abbinato al Moscato Spumante Dolce della Collina, azienda condotta da generazioni dalla famiglia Invernici, rappresentata alla serata da Luigi insieme alla figlia Sara.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.