Firenze News

Firenze, via libera definitivo da Roma alla Loggia di Isokazi e al Museo della lingua italiana

firenze,-via-libera-definitivo-da-roma-alla-loggia-di-isokazi-
	e-al-museo-della-lingua-italiana
cultura

9 agosto 2020 – 15:57

Finanziati i due progetti, per l’intervento agli Uffizi del celebre architetto giapponese stanziati 12 milioni di euro, per la struttura che nascerà nel complesso di Santa Maria Novella invece c’è un finanziamento di 4,5 milioni

di Redazione Cronaca

Via libera del Governo alla realizzazione della Loggia di Isozaki agli Uffizi e al Museo della lingua italiana a Santa Maria Novella. L’ok definitivo è stato annunciato ieri dal Ministero dei beni culturali. I due progetti fanno parte di un elenco di 11 interventi finanziato con i 103.630.501 euro del Piano Strategico «Grandi Progetti Beni Culturali» varato dal ministro Dario Franceschini, che ha già ricevuto il parere favorevole della conferenza unificata Stato-Regioni dopo il passaggio in Consiglio Superiore dei beni Culturali.

La Loggia di Isozaki

Il progetto degli architetti Arata Isozaki e Andrea Maffei ha vinto il concorso internazionale di design nel 1999 con lo scopo di ampliare lo spazio espositivo della Galleria degli Uffizi, una grande uscita monumentale moderna inserita tra gli edifici antichi. Il progetto è stato concepito come una grande loggia in acciaio e pietra da contrapporre alla Loggia dei Lanzi in Piazza della Signoria. L’intervento di 12 milioni di euro ne finanzierà la realizzazione.

Il museo della lingua

Il Museo della Lingua italiana nasce con un finanziamento di 4,5 milioni di euro e trova la sua naturale collocazione a Firenze, nella città dove dal 1583 ha sede l’Accademia della Crusca, la più antica Accademia linguistica del mondo. Quello di creare un museo della lingua è un’idea proposta da tanti importanti italianisti e non è stata più abbandonata da quando fu inaugurata, nel 2003, la grande mostra sulla lingua italiana agli Uffizi a Firenze. Questo progetto sarà realizzato alla vigilia delle celebrazioni dei 700 anni della morte di Dante.

L’entusiasmo del sindaco

«Quella del ministro Dario Franceschini è una decisione storica per Firenze e per la cultura italiana». Questo il commento del sindaco di Firenze, Dario Nardella. «Dopo più di venti anni di discussioni e polemiche inconcludenti sulla realizzazione della loggia del grande architetto giapponese Arata Isozaki. Finalmente, grazie al coraggio del ministro Dario Franceschini, con cui abbiamo da sempre un dialogo costruttivo e proficuo, arriva la parola definitiva sulla realizzazione di un’opera che la mia giunta ha sempre sostenuto. Con la realizzazione della loggia destinata all’uscita della Galleria degli Uffizi sblocchiamo l’ultimo grande ostacolo al protagonismo di Firenze nella creatività contemporanea. Sono certo che il maestro Isozaki, uno dei grandi indiscussi architetti viventi, gioirà nel sapere che la sua opera vedrà la luce. Uguale soddisfazione esprimo — conclude il sindaco — in merito al finanziamento per la realizzazione del Museo della Lingua Italiana, che avrà sede nello splendido complesso di Santa Maria Novella, che abbiamo visionato insieme al ministro in occasione della sua ultima visita a Firenze».

Il grazie di Schmidt

«La loggia di Isozaki si farà: la decisione è stata presa definitivamente e suggellata con lo stanziamento dei fondi necessari a realizzarla. Entriamo così nell’ultima fase dei lavori dei Grandi Uffizi. Un sentito grazie al ministro Franceschini per aver risolto nel migliore dei modi questa oltre ventennale vicenda», il commento di Eike Schmidt, direttore della Galleria degli Uffizi.

9 agosto 2020 | 15:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *