firenze,-spaccio-nel-parco-delle-cascine:-blitz-dei-carabinieri-e-arresti
l’operazione

3 luglio 2020 – 09:07

I carabinieri del Comando Provinciale di Firenze, coordinati dal pm Gianni Tei, hanno notificato 26 ordinanze di custodia cautelare e 16 obblighi di dimora. L’inchiesta è partita a gennaio ed è andata avanti durante il lockdown: documentati 278 episodi

di Simone Innocenti



I carabinieri del Comando Provinciale di Firenze, coordinati dal pm Gianni Tei, hanno notificato 26 ordinanze di custodia cautelare e 16 obblighi di dimora. Gli indagati sono ritenuti responsabili di numerosi episodi di spaccio, in concorso, di sostanze stupefacenti, in alcuni casi anche verso minorenni, oltre che di rissa. Gli indagati, tutti soggetti extracomunitari per lo più di origine gambiana, hanno provato nei mesi scorsi a sfuggire ai controlli fornendo false identità.

Il blitz arriva dopo le indagini, iniziate nel mese di gennaio 2020 e protratte fino allo scorso maggio, continuate nel corso del periodo del lockdown, condotte dal Nucleo Operativo della Compagnia di Oltrarno. I carabinieri hanno documentato 278 episodi di spaccio lungo la linea 1 della tramvia ed all’interno del parco delle Cascine, a ridosso del quale si è verificata, la notte tra il 15 ed il 16 aprile scorso, una rissa.

L’attività investigativa, consistita in appostamenti, pedinamenti, nonché ricostruzioni attraverso l’acquisizione dei filmati di videosorveglianza, «ha fatto emergere la consistenza di un gruppo di extracomunitari, in prevalenza originari del Gambia, dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti lungo la linea 1 della tramvia ed in particolare nel Parco delle Cascine. Quest’ultima area, suddivisibile in base alle evidenze investigative in ulteriori quattro sottozone, nelle quali i soggetti che operavano erano sempre i medesimi con analoghe modalità, è stata interessata dal fenomeno nel corso di tutto il periodo di attuazione delle norme di contenimento da Covid19, non costituendo tali misure, né gli assidui controlli delle forze di polizia, valido deterrente», si legge in una nota dell’Arma. Complessivamente, nel corso della indagine sono state arrestate 7 persone e sono stati sequestrati 64,5 gr di hashish e 860 gr di marijuana.

3 luglio 2020 | 09:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *