fiorentina,-a-parma-3-punti-salvezza-paura-per-un-colpo-a-ribery
serie a

5 luglio 2020 – 21:39

A Parma i viola conquistano la prima vittoria dalla ripresa del campionato: finisce 1-2 , tutti i gol su rigore (doppietta di Pulgar), due penalty concessi con l’aiuto del Var

di Tommaso Loreto

Vittoria importante e sofferta quella raccolta dalla Fiorentina a Parma, due a uno con doppietta di Pulgar e gol di Kucka tutti su rigore, anche se insieme ai tre punti i viola tornano a casa preoccupati per le condizioni di Ribery, che però negli spogliatoi rassicura: «Sto bene». Il francese, alla quarta gara da titolare, si fa male in uno scontro con Kurtic a metà ripresa ed è costretto a uscire per un colpo (forte) rimediato alla caviglia operata. Nella giornata di domani i primi accertamenti, intanto in classifica Iachini e i suoi possono tirare un sospiro di sollievo e affrontare con più serenità il Cagliari mercoledì sera al Franchi.

È una Fiorentina a sorpresa quella che Iachini manda in campo al Tardini: Chiesa e Castrovilli restano in panchina, al loro posto ci sono Venuti sulla destra e Benassi in mezzo, in porta c’è Terracciano e non Dragowski per un lieve problema fisico. Nonostante manchino due big la squadra preme subito sull’acceleratore e proprio Venuti mette del suo nel buon inizio dei viola: prima colpisce la traversa poi accelera in area costringendo Gagliolo al fallo e rimediando il primo rigore che Pulgar realizza. Il Parma accusa il colpo, la Fiorentina riparte in contropiede e passa ancora dagli undici metri, stavolta perchè sul colpo di testa di Pezzella c’è la mano galeotta di Darmian: dal dischetto ancora Pulgar raddoppia. Sul finire di primo tempo s’infortuna Benassi sostituito da Castrovilli ma l’aspetto migliore per la Fiorentina è il 2-0 con il quale si va all’intervallo.

Dagli spogliatoi non torna in campo Venuti (era ammonito) e viene sostituito da Lirola ma è il Parma a trovare la via del gol grazie al VAR che convince l’arbitro Abisso a concedere il rigore dopo lo scontro tra Pezzella e Kucka. Le cose peggiorano a metà ripresa, perchè Ribery ha la peggio in uno scontro con Kurtic ed è costretto a uscire dolorante alla caviglia operata di recente, la destra. Se in panchina c’è apprensione per il francese in campo la Fiorentina potrebbe sfruttare qualche ripartenza ma né Castrovilli né Chiesa centrano lo specchio della porta. Nel finale il forcing dei padroni di casa produce solo le proteste di Kurtic che finisce a terra in area senza che l’arbitro fischi il rigore, mentre il neo entrato Sottil in contropiede potrebbe arrotondare. Il risultato non cambia e Iachini in primis può tornare a festeggiare tre punti che non arrivavano da metà febbraio con la vittoria di Genova contro la Sampdoria.

5 luglio 2020 | 21:39

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *