festival-dello-sport,-da-hamilton-a-nadal,-da-lukaku-a-ibra:-quante-stelle-e-la-novita-della-versione-«digilive»

Festival dello Sport, da Hamilton a Nadal, da Lukaku a Ibra: quante stelle e la novità della versione «Digilive»
Da sinistra: Stefano Barigelli (direttore della Gazzetta), Maurizio Fugatti (Presidente Provincia di Trento) e Urbano Cairo (Presidente di Rcs Mediagroup)

Torna in Festival dello Sport. Segnatevi le date: 9-10-11 ottobre. La kermesse è organizzata come sempre dalla Gazzetta dello Sport e da Trentino Marketing, con la collaborazione di Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento, Apt di Trento e con il patrocinio del Coni e del Comitato Italiano Paralimpico. Quest’anno il titolo è «We are the champions». Causa emergenza Covid, sarà in formato DIGILIVE e quindi si aprirà a una platea sconfinata: chiunque, in ogni momento e da ogni luogo, potrà seguire in diretta streaming su ilfestivaldellosport.it e su gazzetta.it il palinsesto non-stop di 3 giorni con oltre 60 eventi. In totale, saranno più di cento i grandi ospiti che rappresenteranno il mondo dello sport in quasi ogni sua disciplina sui palchi reali e virtuali di Milano, del Trentino e non solo. Un format come quello del Tempo delle Donne, che ha avuto un enorme successo di spettatori in streaming. Parte degli eventi in programma potrà essere seguita anche dal vivo, con ingressi limitati, nelle due location milanesi, la Sala Buzzati, da sempre cuore della Gazzetta dello Sport e del Corriere della Sera, e il Piccolo Teatro Strehler. Per partecipare sarà necessario accreditarsi sul sito ilfestivaldellosport.it, che a breve aprirà le iscrizioni.

Il palinsesto del festival è stato presentato oggi, martedì, a Milano. Presenti Urbano Cairo, presidente di RCS MediaGroup; Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento; Stefano Barigelli, direttore La Gazzetta dello Sport; Uberto Fornara, consigliere esecutivo di RCS e AD di Cairo Communication; Maurizio Rossini, CEO di Trentino Marketing; Gianni Valenti, vicedirettore vicario de La Gazzetta dello Sport e direttore scientifico de Il Festival dello Sport. Presenti anche Paola Mora, presidente del Coni di Trento, Massimo Bernardoni, delegato del Cip, e il designer Aldo Drudi, autore del manifesto ufficiale del Festival. Ha condotto l’evento il giornalista Gazzetta Antonino Morici. «In quest’anno così particolare il Festival dello Sport poteva sembrare una corsa a ostacoli, ma abbiamo fatto il miracolo, grazie alla forza trascinante delle edizioni passate e all’impegno di Gianni Valenti e di tutti gli organizzatori», ha detto il presidente Urbano Cairo: «Avremo con noi tanti grandi campioni per un’edizione virtualmente senza confini e aperta all’intero popolo sportivo, che potrà seguire online in numero molto maggiore i suoi campioni e vivere le emozioni di queste giornate.»

Trento resta come «casa» non solo ideale, dopo le due straordinarie edizioni del 2018 e 2019. Niente piazze affollate, non si può, ma la stupenda città ospiterà diversi appuntamenti che verranno poi offerti a tutti via streaming. «Abbiamo raccolto la sfida che ci pongono le oggettive difficoltà del momento – dichiara Gianni Valenti vicedirettore vicario de La Gazzetta dello Sport e direttore scientifico de Il Festival dello Sport – e non abbiamo rinunciato all’ambizione di organizzare un festival straordinario per contenuti e ospiti. We are the Champions offrirà a tutti gli sportivi un programma che non ha nulla da invidiare ai record e ai fenomeni delle scorse edizioni. E riusciremo a garantire eventi in presenza e interlocuzione tra spettatori e campioni.» «Dopo due edizioni segnate da una straordinaria partecipazione e da un forte coinvolgimento del pubblico – dichiara Maurizio Rossini CEO di Trentino Marketing – il Festival dello Sport quest’anno non presidia fisicamente gli spazi tradizionali nel cuore di Trento. Il Trentino è però molto presente anche in questa edizione DigiLive. Qui saranno ambientate tra le altre le tre Masterclass dedicate all’arrampicata ad Arco, al basket e al parkour in Val di Non, dove grandi interpreti di questi sport si raccontano e offrono consigli e suggerimenti. E la sigla di questa edizione avrà per teatro la splendida Piazza Duomo di Trento, con protagoniste le “farfalle azzurre” della Nazionale di ginnastica ritmica».

Quattro le tipologie di eventi previste dal programma, comprese nuove linee di palinsesto studiate ad hoc per l’edizione digilive: Talk, Masterclass, Academy Salute e Book Club. Il programma è notevole, come l’elenco dei protagonisti: Lewis Hamilton, Rafa Nadal, Chris Froome, Mark Spitz, Maverick Viñales, Aleksander Kilde, Romelu Lukaku, Zlatan Ibrahimovic, Gianluca Vialli, Reinhold Messner e Nirmal Purja, Michel Platini, Zico, Franco Causio, Carlo Bertelli e l’equipaggio di Luna Rossa, Luca Cordero di Montezemolo, Federica Brignone, Michela Moioli e Roland Fischnaller, Chuck Jura, Bob Morse e Dino Meneghin, Max Calderan, Yeman Crippa, Juri Chechi, Igor Cassina e Marco Lodadio, le Farfalle, i campioni del mondo di ciclismo Francesco Moser, Maurizio Fondriest, Beppe Saronni, Moreno Argentin, Alessandro Ballan e Gianni Bugno.

Molti grandi campioni e personaggi del mondo dello sport presenzieranno agli incontri aperti al pubblico, che si svolgeranno al Teatro Strehler di Milano e nella Sala Buzzati di RCS MediaGroup con tutte le restrizioni e le regole sanitarie vigenti. Tra questi, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, Giovanni Malagò Presidente del Coni, Iker Casillas, Carlos Puyol, Javier Tebas, Marcello Lippi, Arrigo Sacchi, i fratelli Simone e Filippo Inzaghi, Javier Zanetti, Estaban Cambiasso, Giampiero Gasperini, Pierluigi Gollini, Roberto Boninsegna, Giancarlo De Sisti, Pierluigi Cera, Urbano Cairo, Bernard Hinault, Marco Belinelli, Danilo Gallinari, Nicolò Melli, Carolina Kostner, Flavia Pennetta, Tania Cagnotto, Elisa Di Francisca, Simona Quadarella, Gabriele Detti, Francesca Schiavone, Jannik Sinner, Patrick Mouratoglou, Bebe Vio, Fiona May, Valentina Vezzali, Antonio Rossi, Carlton Myers, Jury Chechi, Umberto Pellizzari, Frank Chamizo e Fabio Basile, Alex Bellini, Nives Meroi con Romano Benet, Hervé Barmasse, Aldo Montano, Javier Sotomayor e Gianmarco Tamberi, Riccardo Patrese, Jarno Trulli, Pierluigi Martini, Nicola Larini, Giacomo Agostini, Marco Luchinelli, Luca Cadalora, Aldo Grasso, Pierluigi Pardo. Insieme ai giornalisti Gazzetta, condurranno i talk Cristina Fantoni e Rachele Sangiuliano. Gianluca Vialli verrà intervistato da Walter Veltroni. Splendido il Manifesto ufficiale, firmato da Aldo Drudi, il designer di Riccione che crea da sempre i caschi di Valentino Rossi. La data sul calendario è segnata: 9-10-11 ottobre. Ci siamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *