estate-in-montagna:-la-regina-e-cortina-d’ampezzo

Estate in montagna: la regina è Cortina d’Ampezzo

Secondo uno studio di Jfc, società di marketing legata al turismo, località dolomitica è La regina nel ranking delle destinazioni montane ed appenniniche estive, al secondo posto Courmayeur, terza Madonna di Campiglio

Secondo uno studio di Jfc, società di marketing legata al turismo, località dolomitica è La regina nel ranking delle destinazioni montane ed appenniniche estive, al secondo posto Courmayeur, terza Madonna di Campiglio

Estate 2022: in Italia è boom di turisti in montagna. E nella classifica delle mete più gettonate, la bellunese Cortina d’Ampezzo si aggiudica il podio più alto.  Al secondo posto c’è la valdostana Courmayeur e al terzo la trentina Madonna di Campiglio. Lo rileva uno studio di Jfc, società di marketing del turismo. Sono in tanti, infatti, ad aver deciso di cercare un po’ di refrigerio in mezzo ai monti in questi mesi di afa eccezionale. Sulle Dolomiti, sulle Alpi, ma anche sugli Appennini. Secondo le previsioni, entro la fine della stagione, si raggiungeranno 71 milioni di presenze nelle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere di vario genere.

Estate in montagna: la regina è Cortina d'Ampezzo

Cortina d’Ampezzo è la località più amata dai vacanzieri d’estate

Con un punteggio complessivo di 1.172 voti, Cortina d’Ampezzo è la regina nel ranking delle destinazioni montane ed appenniniche estive stilata da Jfc. Al secondo posto si posiziona la valdostana Courmayeur con 1.144 voti e al terzo posto, invece, una destinazione trentina: si tratta di Madonna di Campiglio, con 920 punti.

E anche se l’estate, per gli operatori degli impianti a fune, ha un’importanza ancora ridotta in termini di fatturato, è oggetto di grandi attenzioni e investimenti. «L’estate conta tra il 2 e il 10% del fatturato degli impiantisti – dichiara Valeria Ghezzi, presidente di Anef, Associazione nazionale esercenti funiviari – con alcune eccezioni relative alle funivie che hanno una vocazione strettamente estiva. Va però detto che l’estate sta crescendo in modo consistente e si sta investendo tanto perché il potenziale è enorme».

Algida Dolce Vita

La riscoperta della montagna

«La gente, dunque, ha riscoperto la montagna», come spiega Marco Zardini, presidente di Cortina Skiworld. «In generale l’estate sta andando bene – aggiunge – c’è stato finalmente un buon ritorno degli stranieri, molto evidente la presenza degli americani. La stagione estiva è iniziata prima rispetto a qualche anno fa con un trend cominciato prima del Covid forse per la voglia di stare in mezzo alla natura e di respirare aria un po’ più pulita. E con l’e-bike abbiamo registrato anche un +40% di afflusso su alcuni impianti di Cortina».

Anche Gherardo Manaigo, presidente del Distretto turistico Dolomiti Bellunesi e direttore dell’Hotel de la Poste di Cortina, è ottimista: «Il turismo estivo è cresciuto più di quello invernale. Io inizio un mese prima e finisco un mese dopo. Prima aprivo il 20 giugno, ora il 20 maggio, chiudevo a settembre, adesso il 10 ottobre».

Cortina per l’estate punta sul turismo in bicicletta

Per incentivare il turismo estivo, la Regina delle Dolomiti sta investendo molto, in questi ultimi anni, sui percorsi in bicicletta utilizzando proprio gli impianti di risalita. I ciclisti possono pedalare alla scoperta delle diverse bike area di Cortina, ma anche coprire la distanza da un versante all’altro delle montagne, o addirittura da una valle all’altra in sella a una e-bike o mtb con il Cortina Bike Pass, un ticket da uno o tre giorni che permette di utilizzare tutte le cabinovie, seggiovie e funivie che accettano i ciclisti. La tessera è acquistabile online e presso le casse degli impianti. Il divertimento è scendere lungo i fianchi della Regina delle Dolomiti, ma con un consiglio: affidarsi sempre ad una guida professionista delle due ruote.

Per i più esperti, c’è il nuovo Cortina Bike Park Dolomiti che si sviluppa nella zona di Socrepes e in Tofana ed è raggiungibile con gli impianti di risalita che consentono il trasporto bici. Percorsi flow, old school e tecnici di diverse difficoltà. Tra i boschi di larici e abeti e prati di montagna si snodano i trail downhill per cominciare a fare pratica con la postura, le frenate e la gestione generica della mtb, mentre i più spericolati si possono divertire con passaggi e salti. Disponibili in loco il noleggio delle biciclette Evil e le guide mountain bike “Ride in Cortina”.

Sulle due ruote è anche possibile riposarsi, godendosi a un ritmo lento, i paesaggi e i panorami della conca e delle sue montagne. Le Guide di Snowdreamers, oltre ad attività più adrenaliniche, accompagnano i riders anche lungo piacevoli trail panoramici in quota o sentieri meno impegnativi ideali per le famiglie e per chi si vuole rilassare facendo tappa in uno dei numerosi rifugi di montagna e assaporare i piatti tipici della tradizione. Gli amanti della bici da strada potranno sbizzarrirsi sugli itinerari del Giro d’Italia, con il Tour dei Passi, ogni giorno per 7 giorni un tour in bicicletta diverso con partenza e arrivo a Cortina per un totale di 700 km.

Estate in montagna: la regina è Cortina d'Ampezzo

Impianti di risalita aperti in estate a Cortina

Ecco alcuni posti dove rifocillarsi tra una pedalata e l’altra.

Rifugio Ospitale: storico locale immerso nel verde situato lungo la strada che collega Cortina a Dobbiaco, offre una cucina legata alla tradizione culinaria ampezzana. Fresco e dissetante, lo sciroppo di sambuco è l’ideale per rifocillarsi una volta arrivati sul posto.

Chalet Tofane: si trova alla partenza della seggiovia Socrepes, si avvale della regia di Graziano Prest del Tivoli, il ristorante stellato di Cortina. Insieme al sommelier Kristian Casanova, lo chef propone i classici della tradizione ladina e le pizze gourmet preparati con ingredienti locali e stagionali, da assaporare all’interno o nella terrazza con vista sulle Tofane.

Rifugio Pomedes: il rifugio si trova sopra Cortina, ai piedi della Punta Anna, nel cuore delle Tofane ed offre un’ampia terrazza affacciata sul Pelmo, Croda da Lago e Lastroni di Formin, alcune delle più belle cime dolomitiche. Il ristorante offre una cucina semplice con piatti della tradizione ampezzana realizzati in casa, dai taglieri di salumi e formaggi ai casunziei e canederli.

Ecco la classifica delle venti località montane più amate in estate

1 Cortina d’Ampezzo 1.172 voti

2 Courmayeur 1.144

3 Madonna di Campiglio 920

4 Livigno 918

5 Canazei 913

6 Asiago 901

7 Andalo 823

8 Moena 813

9 Breuil-Cervinia 699

10 Molveno 634

11 Bormio 631

12 San Vigilio di Marebbe 544

13 Ponte di Legno 492

14 Ortisei 470

15 Auronzo di Cadore 384

16 Bressanone 382

17. Sappada 381

18 Roccaraso 322

19 Pinzolo 239

20 Merano 238

20 San Martino di Castrozza 238

Gli altri primati

Jfc ha realizzato poi altre classifiche su varie tematiche dalle quali è emerso che Courmayeur, seguita da Bormio e da Bressanone sono state indicate come le destinazioni più “rilassanti e tranquille”; Livigno, San Vigilio di Marebbe e Molveno come le destinazioni più “green”. Gli Italiani, inoltre, considerano Andalo, Asiago e Canazei le destinazioni più “family”, mentre la destinazione più “divertente” è Madonna di Campiglio, seguita da Cortina d’Ampezzo e Livigno. Infine, gli Italiani indicano come destinazione montana/appenninica più “trendy” Cortina d’Ampezzo, seguita da Courmayeur e Madonna di Campiglio.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.