esplode-miniera-di-carbone-a-sumatra,-almeno-dieci-morti:-le-cause-|-notizie.it

Esplode miniera di carbone a Sumatra, almeno dieci morti: le cause | Notizie.it

Home > Cronaca > Esplode miniera di carbone a Sumatra, almeno dieci morti: le cause

Sono notizie drammatiche quelle che arrivano dall’isola di Sumatra dove almeno dieci persone sono decedute nell’esplosione di una miniera di carbone. 

Pubblicato il

L’esplosione è stata violentissima e non ha lasciato scampo a chi in quel momento si trovava nei tunnel, impegnato a svolgere il suo lavoro.

Un grave incidente si è verificato in Indonesia, sull’isola di Sumatra ed è costato la vita ad almeno dieci persone, rimaste uccise nel crollo o nell’esplosione avvenuti in una miniera di carbone.

Dramma in una miniera di carbone: dieci vittime e quattro sopravvissuti

La notizia è stata diramata dai servizi di soccorso nazionali che hanno avanzato anche una prima ipotesi sulle cause del disastro, provocato con tutta probabilità da una fuga di metano.

Il bilancio delle vittime è ancora provvisorio e fa seguito al lavoro delle decine di soccorritori presenti sul posto, i quali sono riusciti a recuperare i dieci corpi mentre quattro persone sono sopravvissute, tratte in salvo e portate via. Prima di poter entrare in sicurezza nella miniera però è stato eliminato il gas presente al suo interno utilizzando soffiatori ed aspiratori, troppo alto altrimenti sarebbe stato il rischio di ulteriori esplosioni.

Gli ultimi aggiornamenti

La National Search and Rescue Agency ha diffuso alcuni filmati nei quali si vedono i soccorritori portare le persone salvate in barella dando loro ossigeno mentre altri video, ripresi da Abc News, mostrano i sacchi per cadaveri utilizzati per portare via le vittime, l’ultima delle quali è stata trovata in un tunnel della lunghezza di oltre 240 metri. I morti hanno riportato ferite molto serie, per lo più gravissime ustioni incompatibili con la vita mentre i sopravvissuti, “evacuati per ulteriori cure, hanno sofferto di mancanza di ossigeno”, come riportato da Octavianto, portavoce dell’agenzia locale di ricerca e soccorso. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *