politica

Dieci liste per il centrosinistra. Fi e Lega in ansia si punta sui deputati

dieci-liste-per-il-centrosinistra.-fi-e-lega-in-ansia-si-punta-sui-deputati
regionali

Mezzogiorno, 9 luglio 2020 – 01:41

Fratelli d’Italia, sarà l’ex di Scelta civica Schiano il capolista a Napoli. Ecco i nomi dei candidati

di A. A.

NAPOLI – Sono dieci le liste chiuse a sostegno del presidente della Regione Vincenzo De Luca,«ma — fanno sapere dal suo staff — siamo in pieno overbooking e arrivano richieste di candidature per formarne almeno altre quattro». La volta scorsa furono 9 quelle schierate per De Luca e 8 a supporto di Stefano Caldoro. Nel centrodestra ci si fa coraggio ripetendo con autoironia che «in fondo, la differenza rispetto alla volta scorsa è che oggi ci mancano le tre liste che daranno man forte a De Luca». Per ora — secondo quanto si vocifera — sia Forza Italia, sia la Lega sarebbero ancora impegnate ad arruolare candidati, ma non si esclude che i vertici dei rispettivi partiti, alla fine, possano chiedere ai loro parlamentari di scendere in campo.

Nel centrosinistra che ruota intorno al governatore uscente, invece, la ressa è sull’uscio della lista De Luca Presidente, nella quale tutti vorrebbero essere candidati, togliendo certezze elettorali al Pd. Per espressa volontà di De Luca non saranno previsti capilista, ma si procederà in ordine alfabetico. La diaspora dal centrodestra continua oltre Flora Beneduce con Antonio Tufano, primo dei non eletti con Caldoro Presidente; Francesco Guarino, da Villaricca, ex FI ed ora pronto con Italia viva; super corteggiato è Carmine Mocerino, anche lui eletto con Caldoro Presidente; così come l’ex consigliere regionale di An Mario Ascierto, fratello dell’oncologo Paolo (è dato in lizza per la candidatura anche Tony De Laurentiis, fratello del direttore della senologia del Pascale, Michelino). Tra coloro che, invece, restano saldamente ancorati al centrosinistra, vi è l’ex rettore di Salerno Raimondo Pasquino, in corsa con Centro democratico. Della giunta regionale, infine, risultano candidati soltanto gli assessori Lucia Fortini e Sonia Palmeri, né, quindi, Chiara Marciani, né Valeria Fascione. La Lega, a Napoli, punta sul medico Paolo Santanelli o sul responsabile nazionale del dipartimento economia del Carroccio, Aurelio Tommasetti. Probabile — dicono — che Severino Nappi resti fermo un giro per impegnarsi nella corsa per sindaco di Napoli. Capolista per Fratelli d’Italia a Napoli sarà Michele Schiano di Visconti, eletto nel 2015 con FI con 21.550 preferenze e poi passato in Scelta civica. Oltre a lui saranno ricandidati i due uscenti Alberico Gambino e Alfonso Piscitelli. Quindi, tornano Enzo Rivellini e Pietro Diodato. Così come il consigliere comunale di Napoli Marco Nonno e Cosimo Amente, figlio del sindaco di Melito. Fratelli d’Italia punta anche su Carmela Rescigno, vice responsabile nazionale sanità, Gabriella Peluso e Marta Schifone, figlia dell’ex assessore regionale Luciano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 luglio 2020 | 01:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *