di-maio-protagonista-della-politica-italiana?-un-incubo-che-(forse)-non-e-ancora-finito

Di Maio protagonista della politica italiana? Un incubo che (forse) non è ancora finito




Roma, 3 set – Luigi Di Maio, piaccia o meno, rappresenta ormai una costante della politica italiana. L’attuale ministro degli Esteri, infatti, ha ricoperto già la carica di ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, di vicepresidente della Camera, di vicepremier, di capo politico del Movimento 5 Stelle e adesso di capo politico nonché fondatore della sua attuale forza politica, Impegno Civico.

Leggi anche: Da nemico delle banche a scendiletto di Draghi: così Giggino è diventato uomo della “casta”

Di Maio ancora protagonista? Occhio alle sue particolari “capacità”

Un curriculum istituzionale che evidenzia la capacità, per molti inaspettata, del ministro di riciclarsi e “sapersi vendere” negli ambienti che contano, essendo riuscito a inserirsi prima nel “cerchio magico” di Beppe Grillo, ora del premier in carica Mario Draghi. Pertanto, le elezioni del prossimo 25 settembre potrebbero non riuscire a escludere Di Maio dalla vita politica italiana.

In primis, il collegio elettorale concessogli dal Pd nella città di Napoli risulta alquanto “blindato”, fattore che con ragionevole certezza gli consentirà di occupare nuovamente gli scranni di Montecitorio. Inoltre, la fiducia di Mario Draghi, fattore di cui può giovarsi, potrebbe nuovamente spalancargli le porte di un ministero in caso di prosieguo di un governo di larghe intese guidato dall’ex presidente della Bce (eventualità da scongiurare ma, purtroppo, non inverosimile).

Tuttavia, anche in caso di vittoria e governo della coalizione di centrodestra, è probabile che per l’ex steward dello stadio San Paolo possa esserci un futuro nel campo diplomatico, dove le innumerevoli conoscenze nazionali ed estere maturate in questi anni gli consentirebbero verosimilmente di poter usufruire di consulenze o incarichi ben retribuiti e di pregevole valore. Pertanto, non resta che osservare il prossimo futuro politico di Luigi Di Maio, evitando di illudersi o ritenere certa la sua uscita dal panorama politico – istituzionale e internazionale che conta – almeno nel breve periodo.

Tommaso Alessandro De Filippo

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.