Di Maio ha perso i voti ma ha trovato il principe azzurro: Brunetta

di-maio-ha-perso-i-voti-ma-ha-trovato-il-principe-azzurro:-brunetta

Se non siamo alle dichiarzioni d’amore ufficiali con tanto di violini, poco ci manca. Renato Brunetta ha manifestato tutto il proprio affetto per Luigi Di Maio, all’indomani del “sì” espresso da Forza Italia sullo scostamento di bilancio del governo giallorosso, con una lettera in cui esprime tutta la sua stima per il ministro degli Esteri. Un testo, pubblicato dal foglio, in cui l’azzurro sposa i vari punti programmatici dell’ex leader politico del M5S. Partendo da una premessa: “Ho una grande simpatia umana e non solo per Luigi Di Maio”.

Di Maio ha perso i voti ma ha trovato il principe azzurro: Brunetta

Brunetta parla di un Di Maio “giovane, intelligente, rispettoso, che con un vecchio signore come sono io si è sempre comportato in maniera corretta”. Poi, l’abbraccio virtuale a quello che un tempo era tra i generali dell’esercito nemico, un Movimento che aveva dichiarato guerra alla casta politica corrotta incarnata da Forza Italia e Silvio Berlusconi, e che ora è invece un prezioso e mansueto alleato: “Dopo la lettura del tuo programma non posso che dire: finalmente. Ben atterrato da Marte e lo dico senza ironia”. Dove Marte, appunto, è il pianeta lontano dei Cinque Stelle, quelli tosti e battaglieri, ormai dispersi nella galassia.

Di Maio ha perso i voti ma ha trovato il principe azzurro: Brunetta

Dai vaffa di piazza alle strette di mano con i forzisti, la metamorfosi di Di Maio è completa. E benedetta da un raggiante Brunetta: “Non posso dimenticare le insolenze, le parole odiose di Grillo sulla mia persona”. Ora, però, è tutta acqua passata: “La tua lettera, per il novantacinque per cento del contenuto, avrei potuto scriverla io venti o trent’anni fa. Mi rivolgo all’amico. Rimbocchiamoci le maniche, ragioniamo insieme sul decreto Dignità, sul reddito di cittadinanza. Non basta aggiornarlo. Sono state boiate pazzesche. Ma non preoccuparti, anche io ne ho fatte”.

Di Maio ha perso i voti ma ha trovato il principe azzurro: Brunetta

In conclusione, un parallelo tra Brunetta e Di Maio, entrambi “figure di periferia”. E un invito a “fare insieme la rivoluzione”. Insomma, il buon Giggino avrà anche perso la stragrande maggioranza dei suoi elettori di un tempo (come certificato dalle ultime votazioni sulla piattaforma Rousseau) ma può dire di aver trovato un nuovo, fidato amico. Ogni commento sulla questione sarebbe oltremodo superfluo.

Ti potrebbe interessare anche: Cassese: “Allo Stato conviene tenere gli italiani schiavi della burocrazia”