coronavirus:-13-novembre-mobilitazione-nazionale-a-sostegno-di:-sicurezza,-assunzioni-e-rinnovi-dei-contratti.

“Pubblico per il pubblico, lavoratori uniti per dare cure e servizi ai cittadini”. Questo lo slogan dell’iniziativa nazionale, promossa da Fp Cgil Cisl Fp Uil Fpl e Uil Pa, che si svolgerà domani, 13 novembre, in tutte le Provincie dell’Emilia-Romagna.

Un segno di solidarietà verso il personale della sanità e delle strutture per anziani che stanno affrontando in prima linea questa emergenza pandemica, per rivendicare il diritto a lavorare in sicurezza, il rinnovo dei contratti, nuove assunzioni e strumenti, anche di natura eccezionale, per dare risposte ad una situazione di grave emergenza che, al di là dell’attuale colorazione delle singole Regioni colpisce l’intero Paese.

In questa fase, per certi versi “annunciata”, è assolutamente necessario garantire a tutto il personale impegnato nella cura e assistenza dei cittadini, dei nostri figli e dei nostri anziani di lavorare in sicurezza, assicurando costantemente dispositivi di protezione individuale, tamponi e sorveglianza sanitaria.

Ancora troppe sono le lamentele che arrivano dai luoghi di lavoro per la mancata osservanza delle procedure di contenimento del virus, come evidente è il ritardo organizzativo e formativo che nei mesi estivi doveva essere colmato per quelle situazioni particolarmente delicate come le strutture per anziani che oggi, come nel periodo di questa primavera, sono in diversi casi, da Piacenza a Rimini, al limite della sostenibilità anche per una palese difficoltà nel reperire adeguate professionalità che si orientano, legittimamente e comprensibilmente, verso condizioni contrattuali più adeguate.

Se non ci si occupa di mettere in sicurezza il personale sanitario si mette a rischio la loro salute e anche quella dei cittadini, se non si rendono omogenei i contratti di lavoro nelle strutture per anziani si continuerà ad assistere ad una cronica carenza di organico che non potrà essere alleviata attraverso il ricorso a personale meno qualificato.

L’obiettivo di chi ci governa e ci amministra, e questa pandemia avrebbe dovuto già insegnarlo, dovrebbe essere quello del potenziamento dei servizi e dell’innalzamento del livello di qualità. Per questo si deve procedere con nuove assunzioni a rafforzare i servizi sanitari e socio sanitari e si devono rinnovare i contratti di lavoro per valorizzare la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori in tutti i settori dell’assistenza alla persona.

Domani saranno pertanto organizzati presidi presso tutte le maggiori strutture sanitarie, da Piacenza a Rimini, per Bologna sono previsti tre presidi a partire dalle ore 11; presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli, l’Ospedale Maggiore e il Policlinico S. Orsola Malpighi.

Il Segretario Generale
Paolo Palmarini

L’articolo Coronavirus: 13 novembre mobilitazione nazionale a sostegno di: sicurezza, assunzioni e rinnovi dei contratti. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *