Concorso Cancellieri Esperti Ministero della Giustizia – Pubblicato il bando per 2700 posti

concorso-cancellieri-esperti-ministero-della-giustizia-–-pubblicato-il-bando-per-2700-posti

Concorso Cancellieri Esperti Ministero della Giustizia – Pubblicato il bando per 2700 posti .

Tra i concorsi banditi dal Ministero della Giustizia ritroviamo anche il tanto atteso Concorso Cancellieri Esperti.

Ti ricordiamo che sono stati banditi anche il Concorso Direttori Amministrativi e il Concorso Funzionari Giudiziari.

È stato pubblicato l’elenco degli ammessi ed il calendario della prova orale, per consultarlo clicca qui.

In questo articolo ne analizzeremo i requisiti di ammissione, le modalità di partecipazione e gli strumenti per iniziare a studiare.

Concorso Cancellieri 2020 – Tutte le informazioni

Quanti sono i posti a disposizione?

I posti messi a concorso sono 2700.

I posti sono in tutta Italia?

Sì certo, ci saranno posti in quasi tutti i distretti giudiziari italiani:
Codice CASS – Uffici giudiziari nazionali e Amministrazione centrale n. 113 unità
Codice AN – Distretto della Corte di appello di Ancona n. 61 unità
Codice BA – Distretto della Corte di appello di Bari n. 80 unità
Codice BO – Distretto della Corte di appello di Bologna n. 136 unità
Codice BS – Distretto della Corte di appello di Brescia n. 65 unità
Codice CA – Distretto della Corte di appello di Cagliari n. 80 unità
Codice CL – Distretto della Corte di appello di Caltanissetta n. 31 unità
Codice CB – Distretto della Corte di appello di Campobasso n. 20 unità
Codice CT – Distretto della Corte di appello di Catania n. 99 unità
Codice CZ – Distretto della Corte di appello di Catanzaro n. 111 unità
Codice FI – Distretto della Corte di appello di Firenze n. 125 unità
Codice GE – Distretto della Corte di appello di Genova n. 65 unità
Codice AQ – Distretto della Corte di appello dell’Aquila n. 48 unità
Codice LE – Distretto della Corte di appello di Lecce n. 66 unità
Codice ME – Distretto della Corte di appello di Messina n. 62 unità
Codice MI – Distretto della Corte di appello di Milano n. 262 unità
Codice NA – Distretto della Corte di appello di Napoli n. 308 unità
Codice PA – Distretto della Corte di appello di Palermo n. 180 unità
Codice PG – Distretto della Corte di appello di Perugia n. 20 unità
Codice PZ – Distretto della Corte di appello di Potenza n. 40 unità
Codice RC – Distretto della Corte di appello di Reggio Calabria n. 85 unità
Codice RM – Distretto della Corte di appello di Roma n. 242 unità
Codice SA – Distretto della Corte di appello di Salerno n. 62 unità
Codice TO – Distretto della Corte di appello di Torino n. 187 unità
Codice TS – Distretto della Corte di appello di Trieste n. 41 unità
Codice VE – Distretto della Corte di appello di Venezia n. 111 unità

Si può presentare domanda per più codici di concorso?

No, come specificato nel bando, è possibile presentare la domanda per uno solo dei codici di concorso.

Che titolo di studio è necessario possedere per poter partecipare?

Per partecipare è necessario possedere un diploma quinquennale.

Quali altri requisiti è necessario possedere per poter partecipare?

Oltre al diploma, per poter partecipare, sarà necessario possedere ALMENO UNO dei seguenti requisiti:

a) aver svolto almeno tre anni di servizio nell’amministrazione giudiziaria, senza demerito;

b) aver svolto, per almeno un anno, le funzioni di magistrato onorario senza essere incorso in sanzioni disciplinari;

c) essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;

d) aver svolto, per almeno cinque anni scolastici interi, attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado. In tale computo rientrano anche i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale;

e) aver prestato servizio per almeno cinque anni nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori.

Il titolo utilizzato dal candidato come requisiti di accesso viene considerato nel computo del punteggio aggiuntivo?

No, nel computo dei titoli aggiuntivi non è valutabile il titolo utilizzato come requisiti per l’accesso.

C’è un limite di età un limite di età?

No, non c’è nessuno limite di età.

In quante prove si articolerà il concorso?

 Il nuovo concorso cancellieri si svolgerà per titoli e colloquio, non essendo previste la prova preselettive e le prove scritte. 

In pratica c’è una selezione iniziale basata sui titoli e poi una prova orale.

Il punteggio complessivo attribuibile è pari a 105 punti così suddivisi:
a. titoli: massimo 35 punti;
b. esame orale: massimo 70 punti.

Dove sono elencati i punteggi attributi ai titoli aggiuntivi?

Nell’art. 5 comma 4 del bando.

I punteggi aggiuntivi sono cumulabile fino a 35 punti.

Tutti i titoli di cui il candidato richiede la valutazione devono
essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda

Quanti candidati accederanno all’orale?

È ammesso a sostenere l’esame orale, sulla base dei punteggi
attribuiti in sede di valutazione dei titoli, un numero di candidati pari
a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ciascun distretto
giudiziario.

Su quali materie verterà la prova orale ?

La prova orale che verterà sulle seguenti materie:
a) elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al pubblico impiego e alle diverse
responsabilità dei dipendenti pubblici);
b) elementi di ordinamento giudiziario;
c) elementi di diritto processuale civile;
d) normativa anticorruzione e trasparenza nella pubblica amministrazione (con particolare riferimento alla legge 6 novembre 2012, n. 190 e al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33) [inserita con rettifica al bando del 15 dicembre];
e) elementi di diritto processuale penale;
f) elementi di ordinamento giudiziario;
g) nozioni sui servizi di cancelleria;
h) conoscenza della lingua inglese, attraverso una conversazione che accerti il possesso di competenze linguistiche almeno al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue;
i) conoscenza delle tecnologie informatiche, nonché delle competenze digitali volte a favorire processi d’innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione, attraverso una verifica attitudinale di tipo pratico.

Le prove si terranno a Roma?

L’esame orale è svolto presso ciascun distretto interessato.

L’esame orale avverrà in un’aula aperta al pubblico, di capienza
idonea ad assicurare la adeguata partecipazione. In presenza di perduranti rischi di contagio epidemiologico in uno o più distretti interessati, le Commissioni esaminatrici potranno richiedere al Ministero della giustizia che lo svolgimento dell’esame orale avvenga in videoconferenza, garantendo comunque l’adozione di soluzione tecniche che assicurino la pubblicità della prova, l’identificazione dei partecipanti, la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità, ai sensi dell’art. 248, comma 1, del citato decreto-legge n. 34 del 2020

Di cosa si occupa la figura del Cancelliere Esperto?

Il decreto ministeriale del 2017 prevede che il cancelliere esperto sia un collaboratore del magistrato degli uffici del Ministero della Giustizia.

I suoi compiti prevedono:
– redazione e sottoscrizione dei verbali;
– assistenza al magistrato nell’attività istruttoria o nel dibattimento;
– rilascio di copie conformi e di ricezione di atti, anche in modalità telematica.

È richiesta una conoscenza teorica e pratica di medio livello nonché la capacità di coordinamento di unità operative interne con assunzione di responsabilità dei risultati.

Che stipendio prende il Cancelliere Esperto?

Dopo aver superato il concorso si accede alla fascia retributiva F3 della seconda area (motivo per cui lo stipendio percepito sarà di 1696,55 euro lordi).

Come posso inoltre la mia domanda di partecipazione?

Puoi inoltrare la domanda diretta dalla pagina ufficiale del concorso cancellieri compilando l’apposito form che sarà attivo a partire dal 12 dicembre 2020.

Prima d’inoltrare la domanda devi compilare il modulo di registrazione al portale del Ministero dell Giustizia,

Prima fare ti consigliamo di leggere attentamente il bando di concorso e il manuale di registrazione.

Puoi inoltrare la tua domanda fino al 11 gennaio 2021.

Come posso ricevere aggiornamenti sul concorso?

Per essere costantemente aggiornato sugli sviluppi del Concorso Cancellieri Esperti Ministero della Giustizia, manifesta il tuo interesse al nostro BOT cliccando qui.

Come posso conoscere gli altri aspiranti candidati?

Iscrivendoti al relativo gruppo di studio.

Concorso Cancellieri Esperti – Come iniziare a studiare

Manuale Edizioni Simone

Per studiare nel migliore dei modi ti consigliamo di acquistare il manuale edito dalla Edizione Simone.

Concorso 2700 Cancellieri esperti Ministero della Giustizia – Manuale completo per la preparazione alla prova orale

Concorso 2700 Cancellieri esperti Ministero della Giustizia – Manuale completo per la preparazione alla prova orale

€ 34€ 32,30

• Elementi di diritto amministrativo • Anticorruzione  e  trasparenza  nella  P.A . •  Elementi di diritto procedurale civile • Elementi di diritto procedurale penale • Elementi di ordinamento giudiziario • Nozioni sui servizi di cancelleria • Lingua inglese • Tecnologie informatiche – con Espansioni Online

Altre informazioni →

Concorso Cancellieri Esperti Ministero della Giustizia – Pubblicato il bando per 2700 posti .