“Con il Covid ricchi sempre più ricchi. Aumentate le disuguaglianze”. La denuncia di Oxfam

“con-il-covid-ricchi-sempre-piu-ricchi-aumentate-le-disuguaglianze”.-la-denuncia-di-oxfam

La pandemia ci farà uscire migliori, dicevano. La pandemia riporterà equilibrio sociale, economico e finanziario, dicevano. E invece… Non ha fatto altro che peggiorare le cose, aumentando – e di parecchio – il divario tra ricchi e poveri. Con i ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. E ora per la maggior parte della popolazione mondiale il rischio è quello di impiegare dieci anni per tornare alla normalità. Il World economic forum di Davos si apre con l’allarme della ong internazionale Oxfam che mette in luce il divario tra i “mega-ricchi” e il resto del mondo. Donne e Paesi in via di sviluppo sono i più colpiti dai contraccolpi economici del Covid-19 e dal modo in cui gli Stati hanno gestito la crisi. (Continua a leggere dopo la foto)

E, avverte Oxfam, per evitare tensioni sociali e geopolitiche la priorità è agire subito. Come ricostruisce Fabrizio Goria su La Stampa, “nove mesi è stato il tempo necessario per la parte più ricca del globo per ripianare le perdite affrontate dallo scorso marzo a oggi. Di contro, per i più poveri potrebbero occorrere fino a 126 mesi, dieci anni e mezzo. Questo è uno dei risultati dell’ultimo sondaggio Oxfam, condotto su un campione di 295 economisti di 79 diversi Paesi. Ne emerge che l’87% degli intervistati si aspetta un “aumento” o “aumento importante” delle disparità di reddito nel proprio Paese come risultato della pandemia di Covid-19″. (Continua a leggere dopo la foto)

Ti potrebbe interessare anche: La Raggi ha scelto: l’esperta di Burlesque è la nuova assessora alla cultura di Roma

Per Oxfam, “la recessione è finita per i più ricchi”, ma non per gli altri. Gap sempre maggiori sono all’orizzonte. Entrando nel dettaglio dello studio, Oxfam fa notare che “i dieci uomini più ricchi del mondo hanno visto la loro ricchezza complessiva aumentare di mezzo trilione di dollari dall’inizio della pandemia, una cifra più che sufficiente per pagare un vaccino Covid-19 per tutti nel mondo e per garantire che nessuno sia spinto nella povertà dal Sars-Cov-2”. Ma, nel mentre, la pandemia “ha inaugurato la peggiore crisi del lavoro in oltre 90 anni con centinaia di milioni di persone ora sotto-occupate o disoccupate”. (Continua a leggere dopo la foto)

I 305 miliardari europei hanno visto aumentare le loro fortune di quasi 500 miliardi da marzo. Oxfam infine propone “una tassa temporanea sui profitti in eccesso realizzati dalle 32 società globali che hanno guadagnato di più durante la pandemia”.

Ti potrebbe interessare anche: La Raggi ha scelto: l’esperta di Burlesque è la nuova assessora alla cultura di Roma