“Chi vuole bene al Livorno calcio ora faccia un passo indietro”

“chi-vuole-bene-al-livorno-calcio-ora-faccia-un-passo-indietro”
Luca Salvetti
Luca Salvetti

Livorno, 14 dicembre 2020 –  «Giornate intere ad osservare comportamenti incomprensibili e ad ascoltare parole a cui poi non seguono atti concreti. Adesso basta, la città di Livorno non lo può più accettare, il quadro descritto dal presidente della Lega nel comunicato di ieri è molto chiaro”. Lo scrive, in una nota, il sindaco di Livorno Luca Salvetti in merito alla crisi societaria del Livorno Calcio.

“Francesco Ghirelli, che ringrazio personalmente per l’attenzione rivolta alla nostra realtà calcistica – aggiunge Salvetti – ha raccontato come si sono realmente svolte le cose sia nell’incontro di giovedì sera, sia nel Cda di venerdì, sia nei contatti successivi di queste ore, confermando che, se non si trattasse del dramma sportivo di una società di calcio che rischia di scomparire dopo 105 anni di storia, potremmo definirla una situazione da ‘scherzi a parte”. Il passaggio di mano dalla famiglia Spinelli agli altri soci che si sono susseguiti, spiega ancora il primo cittadino “ha vissuto decine di momenti che hanno finito per portarci in un vicolo cieco”. Salvetti è preoccupato anche per la situazione dei dipendenti della società che rischiano di rimanere senza lavoro. “Chi vuole il bene del Livorno deve mettere da parte il pensiero esclusivo ai propri interessi, deve fare un passo indietro. Una sola via rimane – conclude il sindaco – le dimissioni dei soci dell’attuale compagine per consentire un tavolo per costituire il nuovo consiglio di amministrazione alla cui base ci sia l’impegno finanziario sottoscritto con i fondi necessari a saldare quanto è carente e ad assicurare la conclusione della stagione sportiva 2020-2021”




© Riproduzione riservata

Iscriviti alla community

per ricevere ogni giorno la newsletter con le notizie della tua città