calcio,-la-confessione-di-zlatan-ibrahimovic:-“non-ho-mai-sofferto-cosi-tanto”

Calcio, la confessione di Zlatan Ibrahimovic: “Non ho mai sofferto così tanto”

A pochi giorni dallo scudetto del Milan arriva la confessione di Ibrahimovic. Il campione svedese ha giocato per sei mesi con il ginocchio gonfio.

Zlatan Ibrahimovic ginocchio

Zlatan Ibrahimovic è stato nel corso degli anni una delle colonne indiscusse del Milan. Tra gli artefici dell’impresa-scudetto, il campione svedese si è operato nella giornata di mercoledì 25 maggio al ginocchio, un intervento che si è reso necessario visto le sofferenze fisiche provate in questi ultimi mesi: “Non ho mai sofferto così tanto”, ha rivelato. 

Zlatan Ibrahimovic parla delle sofferenze al ginocchio 

L’attaccante rossonero ha spiegato che per lui è stato molto difficile non solo giocare e allenarsi, ma anche fare le cose più semplici come ad esempio dormire: 

“Negli ultimi sei mesi ho giocato senza il legamento crociato anteriore nel ginocchio sinistro. Sei mesi di ginocchio gonfio. Sei mesi in cui mi sono potuto allenare solo 10 volte con la squadra. Sei mesi in cui ho dovuto fare oltre 20 iniezioni.

Sei mesi in cui dovevo svuotare il ginocchio una volta a settimana. Sei mesi di antidolorifici quotidiani. Sei mesi in cui a malapena dormivo a causa del dolore”.

“Nella mia mente c’era un solo obiettivo”

Ad ogni modo a dispetto del dolore che ha provato negli ultimi sei mesi, ad aiutarlo ad andare avanti è stato l’obiettivo di far vincere al Milan lo scudetto

 “Non ho mai sofferto così tanto, dentro e fuori dal campo.

Ho trasformato qualcosa di impossibile in qualcosa di possibile. Nella mia mente c’era un solo obiettivo: rendere i miei compagni e il mio allenatore campioni d’Italia, perché avevo fatto loro una promessa. Oggi ho un nuovo legamento crociato anteriore e un trofeo in più“.

Nel frattempo il dottore Bertrand Sonnery Cottet che lo ha operato, sempre sui social ha espresso parole di ammirazione per l’attaccante: “A Lione sappiamo che il leone non si arrende mai.

Ti auguriamo il meglio per la tua ripresa”. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.