economia

Borsa Italiana, ecco l’offerta di Euronext con Cdp

borsa-italiana,-ecco-l’offerta-di-euronext-con-cdp

Sono tre le offerte non vincolanti presentate al London Stock Exchange (Lse) per l’acquisto di Mts, il mercato dei titoli di Stato su cui viaggiano 17 debiti nazionali. Oltre a Deutsche Börse e Six, c’è quella italo-francese presentata da Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) insieme a Euronext, la società che gestisce le Borse di Parigi, Amsterdam, Oslo, Bruxelles, Lisbona e Dublino. Secondo gli analisti, Mts avrebbe un valore che oscilla tra i 500 e i 600 milioni di euro e la cordata Cdp-Euronext dovrebbe mettere sul tavolo una cifra compresa tra 300 e 350 milioni per acquistare il 63% messo in vendita dalla Borsa di Londra.

Ma l’11 settembre Lse attende le offerte — sempre non vincolanti — per l’intera Borsa Italiana, valutata 3-4 miliardi. L’alleanza Cdp-Euronext sta ragionando anche su questa strada. Qualora il duo dovesse confermare l’offerta non vincolante a settembre, ed eventualmente aggiudicarsi l’intera Borsa, Euronext permetterebbe a Cdp di avere una parte importante della governance. L’accordo prevederebbe anche che Cdp diventi azionista di Euronext con l’8%, al pari della «cugina» d’oltralpe Caisse des dépôts et consignations. Entrerebbero poi Bnp Paribas e Intesa Sanpaolo, entrambe con il 2%. Un’ipotesi che farebbe di Cdp azionista di una delle più importanti Borse al mondo, di dimensioni paneuropee.

Euronext si basa su un modello federativo: le società che gestiscono le singole Borse mantengono sede presso le varie nazioni, così sono vicine alle aziende da quotare e ai risparmiatori, ma raccolta e vendita avvengono su scala paneuropea. Sia nel caso in cui la cordata dovesse aggiudicarsi Mts sia l’intera Borsa Italiana, l’acquisto sancirebbe, grazie alla presenza di Cdp, il ritorno in Italia delle attività di Piazza Affari, dal 2007 di proprietà della Borsa di Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *